Hamilton: meno ingaggio ma raddoppio del bonus mondiale

Lewis sta discutendo con la Stella il rinnovo di un anno più un'opzione. L'epta campione accetterebbe un'offerta di Stoccarda con un piccolo ribasso sull'ingaggio, ma con il raddoppio del premio in caso di mondiale. Wolff si concede tempo fino al 15 giugno per chiudere la questione affinché non diventi una querelle come l'anno scorso.

Hamilton: meno ingaggio ma raddoppio del bonus mondiale

Lewis Hamilton non ha chiuso il contratto con la Mercedes subito dopo il GP di Monaco, ma il campione britannico sta definendo il rinnovo con la Stella. I punti fermi sono chiari: un anno, più un secondo di opzione che varrà sia a favore della squadra, sia del pilota. Come dire che ciascuno sarà libero di fare quello che vorrà alla fine del 2022.

Molti si chiedono: se c’è già una base di accordo, perché Hamilton non è arrivato a una firma del contratto, per evitare la lunga telenovela dell’anno scorso che si è protratta nell’inverno oltre la più rosea previsione?

La domanda è più che mai lecita, visto che Lewis dovrebbe definire la sua posizione entro il 15 giugno. In realtà ci sono un paio di punti che sono ancora in ballo: il Re Nero aveva chiesto a Stoccarda di avere un ruolo nell’ambito Daimler come testimonial e questa pratica sarebbe stata archiviata al prossimo anno.

L’argomento non è stato accantonato, ma diventerà d’attualità solo e soltanto quando Hamilton deciderà di appendere il casco al chiodo, e parlarne prima non ha senso visto che ha tutta la risonanza che vuole per le sue campagne sull’uguaglianza dei diritti dalla piattaforma della F1.

E, allora, il tema d’incentivo per la stagione 2022 potrebbe essere un altro: l’ingaggio potrebbe essere leggermente limato come segno di buona volontà nella logica della graduale riduzione dei costi che la F1 ha deciso di perseguire a tutti i livelli, ma il bonus in caso di vittoria nel mondiale verrebbe addirittura raddoppiato.

Hamilton sembra allettato all’idea di accettare la sfida, consapevole dei suoi mezzi e di quello che la Mercedes potrà mettergli a disposizione l’anno prossimo, quando faranno il loro debutto le nuove monoposto a effetto suolo con un regolamento rivoluzionato.

Aspettiamo ancora pochi giorni poi la situazione si dovrà chiarire e Lewis potrà concentrarsi solo sulla lotta iridata con Max Verstappen che gli sta rendendo la vita più dura del previsto con la Red Bull RB16B.

condivisioni
commenti
Ferrari: ecco chi è Benedetto Vigna, nuovo CEO di Maranello
Articolo precedente

Ferrari: ecco chi è Benedetto Vigna, nuovo CEO di Maranello

Prossimo Articolo

Verstappen: "Mercedes tornerà forte sui circuiti tradizionali"

Verstappen: "Mercedes tornerà forte sui circuiti tradizionali"
Carica commenti
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021
Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse!

Andiamo ad analizzare insieme le occasioni perse da Lewis Hamilton nel corso del mondiale 2021 di Formula 1. In questo video, riassumiamo gli errori dell'inglese durante l'anno e le occasioni nelle quali ha performato al di sotto delle sue potenzialità, ottenendo risultati che alla fine dell'ultimo GP potrebbero decretarne la sconfitta iridata

Formula 1
26 nov 2021
F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo" Prime

F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo"

In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano la figura del "giovanotto" Fernando Alonso, reo di aver conquistato un podio in Formula 1 dopo sette anni. Eppure, nonostante l'età, ha ancora tanta voglia di dimostrare il suo valore...

Formula 1
24 nov 2021
F1 | Quando la lotta sportiva diventa peggio di Forum Prime

F1 | Quando la lotta sportiva diventa peggio di Forum

In Qatar abbiamo assistito all'ennesima, stucchevole situazione in cui i toni dei contendenti al titolo iridato si sono alzati in maniera esagerata. Oltre a quello, situazione che avevamo preso in esame, all'indice va messo il comportamento di chi governa il Circus iridato, più simile a quello di sceneggiatori alle prese con una serie tv anziché con una pagina clamorosa di storia dello sport.

Formula 1
23 nov 2021
Minardi: "Questa volta il voto 4 va alla FIA non ai piloti" Prime

Minardi: "Questa volta il voto 4 va alla FIA non ai piloti"

Il Gran Premio del Qatar ha ulteriormente inasprito il tono delle polemiche sportive legate alla stagione 2021 di Formula 1. Stavolta l'insufficienza pesante viene data alla FIA per come sta gestendo la situazione

Formula 1
22 nov 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Lewis, una vittoria di gestione" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Lewis, una vittoria di gestione"

In questa nuova puntata podcast di Piloti Top Secret, Matteo Bobbi e Beatrice Frangione commentano i fatti salienti e determinanti del GP del Qatar. Una lotta continua, che ha visto prevalere Lewis Hamilton, conquistatore della 102esima vittoria in carriera. Ecco svelato il segreto della sua vittoria...

Formula 1
22 nov 2021
F1 | Piola: "Rinforzato il comando DRS della Red Bull" Prime

F1 | Piola: "Rinforzato il comando DRS della Red Bull"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola analizzano, con la lente d'ingrandimento tecnica, quanto visto nel sabato di qualifica del GP del Qatar. Una battaglia, anche di ali, senza fine...

Formula 1
20 nov 2021