Hamilton: meno ingaggio ma raddoppio del bonus mondiale

Lewis sta discutendo con la Stella il rinnovo di un anno più un'opzione. L'epta campione accetterebbe un'offerta di Stoccarda con un piccolo ribasso sull'ingaggio, ma con il raddoppio del premio in caso di mondiale. Wolff si concede tempo fino al 15 giugno per chiudere la questione affinché non diventi una querelle come l'anno scorso.

Hamilton: meno ingaggio ma raddoppio del bonus mondiale

Lewis Hamilton non ha chiuso il contratto con la Mercedes subito dopo il GP di Monaco, ma il campione britannico sta definendo il rinnovo con la Stella. I punti fermi sono chiari: un anno, più un secondo di opzione che varrà sia a favore della squadra, sia del pilota. Come dire che ciascuno sarà libero di fare quello che vorrà alla fine del 2022.

Molti si chiedono: se c’è già una base di accordo, perché Hamilton non è arrivato a una firma del contratto, per evitare la lunga telenovela dell’anno scorso che si è protratta nell’inverno oltre la più rosea previsione?

La domanda è più che mai lecita, visto che Lewis dovrebbe definire la sua posizione entro il 15 giugno. In realtà ci sono un paio di punti che sono ancora in ballo: il Re Nero aveva chiesto a Stoccarda di avere un ruolo nell’ambito Daimler come testimonial e questa pratica sarebbe stata archiviata al prossimo anno.

L’argomento non è stato accantonato, ma diventerà d’attualità solo e soltanto quando Hamilton deciderà di appendere il casco al chiodo, e parlarne prima non ha senso visto che ha tutta la risonanza che vuole per le sue campagne sull’uguaglianza dei diritti dalla piattaforma della F1.

E, allora, il tema d’incentivo per la stagione 2022 potrebbe essere un altro: l’ingaggio potrebbe essere leggermente limato come segno di buona volontà nella logica della graduale riduzione dei costi che la F1 ha deciso di perseguire a tutti i livelli, ma il bonus in caso di vittoria nel mondiale verrebbe addirittura raddoppiato.

Hamilton sembra allettato all’idea di accettare la sfida, consapevole dei suoi mezzi e di quello che la Mercedes potrà mettergli a disposizione l’anno prossimo, quando faranno il loro debutto le nuove monoposto a effetto suolo con un regolamento rivoluzionato.

Aspettiamo ancora pochi giorni poi la situazione si dovrà chiarire e Lewis potrà concentrarsi solo sulla lotta iridata con Max Verstappen che gli sta rendendo la vita più dura del previsto con la Red Bull RB16B.

condivisioni
commenti
Ferrari: ecco chi è Benedetto Vigna, nuovo CEO di Maranello
Articolo precedente

Ferrari: ecco chi è Benedetto Vigna, nuovo CEO di Maranello

Prossimo Articolo

Verstappen: "Mercedes tornerà forte sui circuiti tradizionali"

Verstappen: "Mercedes tornerà forte sui circuiti tradizionali"
Carica commenti
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021