F1, Hamilton: "Incredibile non aver mai corso per la Ferrari"

Lewis Hamilton e la Ferrari, due strade parallele destinate a incontrarsi solo in pista, ma da nemici sportivi. Il britannico si è detto sorpreso di non essere mai diventato pilota del Cavallino Rampante.

F1, Hamilton: "Incredibile non aver mai corso per la Ferrari"

Sin da quando ha debuttato in Formula 1, al Gran Premio d'Australia 2007, Lewis Hamilton è stato il nemico sportivo per eccellenza della Ferrari. Quell'anno sfiorò il Mondiale, che, in maniera rocambolesca, finì nelle mani di Kimi Raikkonen proprio all'ultimo respiro.

L'anno successivo fu Hamilton a prendersi la rivincita, vincendo all'ultima curva il primo dei 7 iridi collezionati sino al 2020, beffando Felipe Massa, allora alfiere di punta del Cavallino Rampante dopo il calo di rendimento di Kimi Raikkonen.

Questi sono stati solo i primi 2 esempi del duello Hamilton-Ferrari andato in scena negli ultimi 14 anni. Perché poi la situazione si è riproposta negli ultimi anni, con il britannico ad avere sempre la meglio nei confronti dei piloti della Rossa nel dominio Mercedes che dura ormai dal 2014.

Le due strade, quelle di Hamilton e della Ferrari, sono state sempre parallele mentre, per altri versi, hanno spesso trovato un punto di collisione. Ma mai si sono unite per cercare di ottenere per se stessi i titoli. La Ferrari è sempre stata vista come un sogno, il punto d'arrivo per ogni pilota. Soprattutto quelli più forti.

Senza scomodare i pareri personali, stando solo ai numeri, è chiaro come Hamilton debba necessariamente essere preso in considerazione tra i più grandi di tutti i tempi. Eppure Lewis non ha mai avuto l'opportunità di indossare la tuta rossa e calarsi nell'abitacolo di una Ferrari di Formula 1. Perché? Nemmeno lo stesso Hamilton ha saputo darsi una spiegazione.

"Per tanti anni, quando sono venuto a Monza, camminando accanto ai tifosi, oi quali mi dicevano: 'Vieni in Ferrari'. Questo mi faceva davvero piacere, ma è stato abbastanza incredibile che non abbia mai guidato per la Ferrari in così tanti anni di carriera in F1", ha dichiarato Lewis a Sky Sport Italia.

"La Ferrari è un sogno per chiunque, un traguardo da raggiungere. Non è mai stato davvero possibile e non saprò mai del tutto perché. Auguro a loro il meglio e nel mio prossimo futuro continuerò a impedirgli di vincere il mondiale", ha dichiarato ridendo dopo questa affermazione.

"Ho visto le foto dei loro piloti e il rosso è sempre il rosso. A casa ho un paio di Ferrari, posso guidare quelle ma non la Ferrari di F1", ha concluso Lewis.

condivisioni
commenti
Mercedes: ecco i numeri che devono preoccupare Hamilton

Articolo precedente

Mercedes: ecco i numeri che devono preoccupare Hamilton

Prossimo Articolo

Formula 1: ecco perché ha senso continuare con i V6 turbo

Formula 1: ecco perché ha senso continuare con i V6 turbo
Carica commenti
Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull" Prime

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull"

In questo nuovo video di Motorport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano la situazione dei team arrivati sul tracciato di Austin, pronti ad affrontare il weekend del Gran Premio degli Stati Uniti. La sfida tra Mercedes e Red Bull è sempre più accesa...

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

Formula 1
20 ott 2021
F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021