Formula 1
G
GP del Bahrain
28 mar
Prove Libere 1 in
28 giorni
09 mag
Prossimo evento tra
68 giorni
G
GP dell'Azerbaijan
06 giu
Gara in
100 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
107 giorni
G
GP di Francia
24 giu
Prossimo evento tra
117 giorni
01 lug
Prossimo evento tra
124 giorni
G
GP di Gran Bretagna
15 lug
Prossimo evento tra
138 giorni
G
GP d'Ungheria
29 lug
Prossimo evento tra
152 giorni
G
GP del Belgio
26 ago
Prossimo evento tra
180 giorni
02 set
Prossimo evento tra
187 giorni
09 set
Prossimo evento tra
194 giorni
G
GP della Russia
23 set
Prossimo evento tra
208 giorni
G
GP di Singapore
30 set
Prossimo evento tra
215 giorni
G
GP del Giappone
07 ott
Prossimo evento tra
222 giorni
G
GP degli Stati Uniti
21 ott
Prossimo evento tra
236 giorni
G
GP del Messico
28 ott
Prossimo evento tra
243 giorni
G
GP dell'Arabia Saudita
03 dic
Prossimo evento tra
279 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Prossimo evento tra
288 giorni

F1: Hamilton in pole a Portimao con le gomme medie!

Hamilton ha colto la 97esima pole position nelle qualifiche del GP del Portogallo beffando il compagno di squadra Bottas che ha sempre dominato le prove libere. Il finlandese ha tentato un giro secco con le gomme gialle, mentre Lewis ha puntato su due tentativi, azzeccando la scelta di mandare in temperatura gli pneumatici. Verstappen è terzo davanti a Leclerc che si avvicina con la Ferrari in netta crescita.

condivisioni
commenti
F1: Hamilton in pole a Portimao con le gomme medie!

Lewis Hamilton ha smontato Valtteri Bottas con la 97esima pole position conquistata a Portimao nel GP del Portogallo. L'esa-campione ha sfilato la partenza dal palo al compagno di squadra, dopo che il finlandese aveva condotto tutte le sessioni di prove libere e il primo run della Q3. Quando Valtteri cominciava a pregustare uno start davanti a tutti è arrivata la mazzata di Lewis Hamilton che ha impresso un 1'16"652 con le gomme medie!

Il britannico ha dovuto sudare la nona pole stagionale azzeccando la migliore strategia: Bottas con la gomma media ha scelto di puntare al giro secco, mentre Hamilton ha preferito sparare due tentativi di fila per avere una chance in più di portare gli pneumatici nella giusta temperatura.

La Mercedes ha lasciato la facoltà ai piloti di scegliere la strategia che preferivano, visto che era parso evidente che le gomme soft non hanno mai mostrato il vantaggio di mescola che la Pirelli stimava in quasi sei decimi. Hamilton alla fine ha rifilato un distacco di 102 millesimi al "boscaiolo" tramortito dal knock out finale di Lewis.

Max Verstappen è terzo con la Red Bull con 1'16"904: anche questa volta l'olandese è stato l'unico capace di restare agganciato alle W11 con un gap di appena due decimi. Max dovrà giocarsi tutto in partenza potendo contare sulle gomme rosse, mentre le frecce nere in prima fila scatteranno con le gialle, proprio come Charles Leclerc, ottimo quarto con la Ferrari.

Il monegasco ancora una volta ha fatto in pieno la sua parte portando la Rossa in seconda fila. Ma questa volta la SF1000 ha assecondato le doti del giovane talento con un indiscutibile crescita data dalle ultime novità aerodinamiche (e non solo) che hanno alzato il tiro della Ferrari.

Il risultato è lo stesso del Ring: sarà interessante vedere se Leclerc saprà mantenere la posizione anche in gara, mentre all'Eifel aveva dovuto alzare bandiera bianca dopo pochi giri perché con il pieno la Rossa era andata in crisi. I long run delle libere dicono che la Ferrari dovrebbe essere migliorata anche in questo ambito per cui domani vedremo...

Sebastian Vettel, invece, paga un atto di superbia: il quattro volte campione del mondo si è incaponito nel voler tentare il passaggio della tagliola della Q2 con le gomme medie come il compagno di squadra.

Dopo il primo run si è trovato 12esimo, ma non è bastato a convincere la squadra e il pilota a passare alle soft perché c'era il timore di vedere apparire il graining sulla mescola più morbida. Sta di fatto che il tedesco anche con il secondo treno di gialle non è riuscito a migliorare per cui ha chiuso al 15esimo posto. Un errore di valutazione motivato dal fatto che in molti hanno faticato a far funzionare le soft.

Quinta piazza per Sergio Perez con la Racing Point di un pelo davanti ad Alexander Albon con la secodna Red Bull. L'anglo thailandese ha provato a fare il primo run con le medie, ma il tempo lo ha ottenuto con le soft, pagando il solito mezzo secondo dal mastino Verstappen.

In quarta fila ci sono le due McLaren con Carlos Sainz davanti a Lando Norris di 5 millesimi: quando si dice che i due piloti hanno guidato al limite della macchina. Pierre Gasly è nono con l'AlphaTauri, mentre ha rinunciato alla Q3 Daniel Ricciardo che si era guadagnato il passaggio del turno, ma l'australiano ha sbattuto contro le barriere nell'ultimo giro, baciando le protezioni con il posteriore. Non un gran danno, ma i tecnici di Enstone non hanno fatto in tempo a cambiare le parti del retrotreno che hanno ceduto, per cui la R.S.20 è rimasta nel box.

Non entra in Q3 Esteban Ocon con la Renault che si deve accontentare dell'11esimo posto davanti a un Lance Stroll poco in forma dopo la positività al COVID-19. Il canadese è 12esimo con la Racing Point davanti a Daniil Kvuat con la AlphaTauri.

Ottima la prestazione di George Russell che ha portato la Willims fino al 14esimo posto, andando ben oltre le previsioni della squadra di Grove: l'inglese non ha altro modo per convincere la nuova proprietà della squadra a tenerlo senza cedere alla tentazione di puntare al budget che Sergio Perez è in grado di portare.

Kimi Raikkonen non ha ripetuto le belle cose mostrate nelle prove libere con l'Alfa Romeo: il finlandese è così il primo escluso della Q1 e si è dovuto accontentare di mettersi alle spalle Antoniuo Giovinazzi, il compagno di squadra battuto di meno di un decimo.

Romain Grosjean è 18esimo con la Haas: il francese è dietro al pilota italiano di appena 21 millesimi di secondo con una monoposto che non è stata sviluppata dall'inizio della stagione. Il transalpino ha rifilato un paio di decimi a Kevin Magnussen, mentre l'ultimo della lista è Nicholas Latifi con la seconda Williams.

La qualifica è iniziata con mezz'ora di ritardo sui tempi previsti a causa del tombino divelto da Vettel alla fine dell'ultima sessione di libere. I tecnici della FIA hanno effettuato una serie di controlli su tutta la pista e si è reso necessario cementare un breve tratto di pista all'uscita della Curva 14, provocando lo spostamento del via della Q1.

Cla Pilota Tempo Gap km/h
1 United Kingdom Lewis Hamilton 1'16.652   219.986
2 Finland Valtteri Bottas 1'16.754 0.102 219.694
3 Netherlands Max Verstappen 1'16.904 0.252 219.265
4 Monaco Charles Leclerc 1'17.090 0.438 218.736
5 Mexico Sergio Perez 1'17.223 0.571 218.359
6 Thailand Alexander Albon 1'17.437 0.785 217.756
7 Spain Carlos Sainz Jr. 1'17.520 0.868 217.523
8 United Kingdom Lando Norris 1'17.525 0.873 217.509
9 France Pierre Gasly 1'17.803 1.151 216.732
10 Australia Daniel Ricciardo      
11 France Esteban Ocon 1'17.614 0.962 217.259
12 Canada Lance Stroll 1'17.626 0.974 217.226
13 Russian Federation Daniil Kvyat 1'17.728 1.076 216.941
14 United Kingdom George Russell 1'17.788 1.136 216.773
15 Germany Sebastian Vettel 1'17.919 1.267 216.409
16 Finland Kimi Raikkonen 1'18.201 1.549 215.628
17 Italy Antonio Giovinazzi 1'18.323 1.671 215.293
18 France Romain Grosjean 1'18.364 1.712 215.180
19 Denmark Kevin Magnussen 1'18.508 1.856 214.785
20 Canada Nicholas Latifi 1'18.777 2.125 214.052
LIVE Formula 1, Gran Premio del Portogallo: Qualifiche

Articolo precedente

LIVE Formula 1, Gran Premio del Portogallo: Qualifiche

Prossimo Articolo

Hamilton: "Strategia in Q3 fondamentale per battere Bottas"

Hamilton: "Strategia in Q3 fondamentale per battere Bottas"
Carica commenti
Ricciardo: un triennale con McLaren che sa di scelta obbligata Prime

Ricciardo: un triennale con McLaren che sa di scelta obbligata

Il 2021 rappresenterà la stagione dell'ennesimo cambiamento per Daniel Ricciardo dopo aver concluso una sterile avventura in Renault, ma la scelta della McLaren è stata obbligata per mancanza reale di alternative al vertice?

La storia di... Lewis Hamilton Prime

La storia di... Lewis Hamilton

Con sette titoli iridati, è amato quanto temuto per la sua impeccabile bravura al volante nell'era moderna dei motori mondiali. Lui è Lewis Hamilton, un personaggio figlio del suo tempo, icona e leggenda vivente della Formula 1 e portabandiera di ideali e messaggi positivi. Ripercorriamo la sua storia

Come Albon vuole lottare per uscire dal limbo della Red Bull Prime

Come Albon vuole lottare per uscire dal limbo della Red Bull

Alex Albon ha affrontato i media per la prima volta da quando ha perso il suo sedile in Red Bull alla fine del 2020, costretto così a lasciare la Formula 1. In passato ha già risalito la china dopo una battuta d’arresto, quindi ecco cosa deve fare per ritornare.

Formula 1
24 feb 2021
Red Bull RB16B: il motore Honda sarà una sorpresa Prime

Red Bull RB16B: il motore Honda sarà una sorpresa

Red Bull decide di evolvere i concetti già visti nel corso del 2020 per la sua RB16B, vettura che verrà affidata a Sergio Perez e Max Verstappen per la stagione 2021 di Formula 1. Andiamo a scoprire tutti i dettagli tecnici e sportivi del team di Milton Keynes

Formula 1
24 feb 2021
McLaren stretta un azzardo dopo l'esperienza size zero? Prime

McLaren stretta un azzardo dopo l'esperienza size zero?

Con l'adozione della power unit Mercedes la MCL35 ha potuto beneficiare di un impianto di raffreddamento più efficiente che ha permesso di ridurre le masse radianti e, quindi, le pance. A Woking, però, la storia recente insegna che hanno spesso esagerato con soluzioni estreme che hanno causato problemi di affidabilità. E non è detto che un trapianto di motore su una monoposto esistente risulti facile al primo colpo.

Formula 1
23 feb 2021
Giovinazzi: tutto quello che serve per continuare in Formula 1 Prime

Giovinazzi: tutto quello che serve per continuare in Formula 1

Antonio Giovinazzi si gioca in questa stagione la sua permanenza in Formula 1. Cerchiamo di capire da chi si deve guardare il pilota di Martina Franca, quali possono essere i possibili scenari futuri e come può garantirsi una riconferma per i prossimi anni.

Formula 1
23 feb 2021
Alfa Romeo C41: evoluzione nel segno della continuità Prime

Alfa Romeo C41: evoluzione nel segno della continuità

L'Alfa Romeo C41 non è certamente tra le monoposto più rivoluzionarie della storia della Formula 1. A livello visivo, l'unica vera grande modifica riguarda il muso anteriore, ora più snello anche se non così estremo per concezione. L'ombra della C39 della passata stagione è molto presente sulla monoposto 2021

Formula 1
23 feb 2021
Red Bull: la visione a lungo termine dietro l'accordo con Honda Prime

Red Bull: la visione a lungo termine dietro l'accordo con Honda

L'accordo tra la Red Bull e la Casa giapponese per gestire in autonomia le power unit Honda a partire dal 2022 avrà benefici anche a lungo termine consentendo al team diretto da Horner di giocare allo stesso livello dei costruttori generalisti.

Formula 1
22 feb 2021