Hamilton gigante a Spa anche con una Mercedes da "bagnato"

Lewis ha rifilato mezzo secondo a Bottas nelle qualifiche del GP del Belgio. L'inglese ha infilato una serie di giri perfetti nei quali ha battuto per due volte il record della pista e la Mercedes si è assicurata tutta la prima fila, con Valtteri insidiato dalla Red Bull di Verstappen ad appena 15 millesimi. L'esa-campione ci ha regalato una prestazione da leggendo pur disponendo di una W11 che è stata assettata per essere imprendibile anche sul bagnato.

Hamilton gigante a Spa anche con una Mercedes da "bagnato"

Se Lewis Hamilton avesse messo in fila tutte le giornate in cui ha conquistato una pole position in Formula 1, oggi avrebbe completato un trimestre. Numeri impressionanti quelli del campione del Mondo, che oggi a Spa ha conquistato per la novantatreesima volta il miglior tempo al termine delle qualifiche. La Mercedes è in forma stellare, e quando si somma il valore aggiunto di Hamilton, il cronometro certifica imprese.

Lewis ha messo tra sé e Bottas più di mezzo secondo, un margine maturato in gran parte nel secondo settore del circuito belga. Lo stesso Bottas ha reso omaggio al giro del compagno di squadra, con un commento che spiega molto: “Il mio giro finale è stato buono, mi è sembrato di andare anche oltre il limite, ma poi ho visto il distacco che ho rimediato e… non ho una spiegazione, se non quella che oggi Lewis ha fatto un gran lavoro”.

Hamilton non ha cercato aiuti dalle scie (come invece hanno fatto praticamente tutti i suoi avversari) decidendo di sfidare Spa da solo.
“Io e Valtteri ci alterniamo di gara in gara quando in qualifica si esce dai box – ha spiegato Lewis – questo fine settimana toccava a me farmi ‘tirare’, ma è stata una mia scelta rinunciare a questo vantaggio preferendo cercare un giro pulito, senza nessuno davanti. C’è sempre un piccolo vantaggio nel poter usare una scia, ma ci può sempre essere qualche imprevisto, come ad esempio se chi è davanti commette un errore. Mi sono solo assicurato di avere pista libera, e credo abbia funzionato”.

“È stata una delle sessioni di qualifica più pulite che abbia mai avuto – ha concluso Lewis - ogni giro è stato perfetto. Nessun errore, nessun problema, e già il primo tentativo della Q3 è stato molto buono. Avendo un buon margine nell’ultimo ‘run’ ma ho cercato ancora qualcosa e ho preso qualche rischio in più e.. beh, è stata una sensazione fenomenale”

Nel giorno in cui la Mercedes ha utilizzato per l’ultima volta la ormai celebre mappa ‘Struct-2’ (la modalità più estrema di utilizzo della power unit), il team campione del mondo ha monopolizzato la prima fila con la superiorità prevista sul resto del gruppo, ma con una eccezione: Max Verstappen. L’olandese ha mancato la seconda posizione per quindici millesimi, un’inezia che però avrà un’importanza cruciale in ottica gara.

Al di là dell’ottima performance dell’olandese e della Red Bull, c’è un motivo per cui la Mercedes non ha fatto l’atteso vuoto alle sue spalle, ed è legato alla scelta di assicurarsi un buon valore di carico aerodinamico in caso di gara sotto la pioggia, sacrificando i valori di velocità massima nel primo e terzo settore, due tratti della pista in cui Verstappen ha girato sugli stessi tempi del tandem di testa.

Quella della pioggia è una possibilità in cui la squadra crede molto (Hamilton già nella sessione FP1 ha completato dei giri con la mappa-motore da bagnato provando anche la partenza in seconda marcia), e Spa non è una pista in cui, in caso di pista bagnata, i piloti possono sopperire con la guida alle reazioni di un assetto da asciutto viste le velocità molto elevate che si raggiungono.

La Mercedes si è assicurata la possibilità di poter affrontare senza ansie i 44 giri in programma domani, convertendo parte della sua superiorità in una sorta di assicurazione da bagnato. Una chance che la squadra può permettersi, e che mette un’ipoteca molto forte sul Gran Premio di domani. Se non ci saranno imprevisti, non è semplice immaginare scenari differenti.

Valtteri Bottas, Mercedes-AMG F1 e Pole Sitter Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 festeggia nel parco chiuso
Valtteri Bottas, Mercedes-AMG F1 e Pole Sitter Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1 festeggia nel parco chiuso
1/15

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Mercedes F1 W11 confronto del retrotreno tra Austria e Belgio
Mercedes F1 W11 confronto del retrotreno tra Austria e Belgio
2/15

Foto di: LAT Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
3/15

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
4/15

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11,
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11,
5/15

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11
6/15

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
7/15

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

L' alettone posteriore e l' attuatore DRS sull'auto di Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
L' alettone posteriore e l' attuatore DRS sull'auto di Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
8/15

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Dettagli del bargeboard Mercedes F1 W11
Dettagli del bargeboard Mercedes F1 W11
9/15

Foto di: Giorgio Piola

Valtteri Bottas, Mercedes-AMG F1, e il Pole man Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1, nella conferenza stampa dopo la qualifica
Valtteri Bottas, Mercedes-AMG F1, e il Pole man Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1, nella conferenza stampa dopo la qualifica
10/15

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, lascia il garage
Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11, lascia il garage
11/15

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1
Lewis Hamilton, Mercedes-AMG F1
12/15

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Scintille generate dall'auto di Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
Scintille generate dall'auto di Valtteri Bottas, Mercedes F1 W11
13/15

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, Sergio Perez, Racing Point RP20
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, Sergio Perez, Racing Point RP20
14/15

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, blocca i freni
Lewis Hamilton, Mercedes F1 W11, blocca i freni
15/15

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Leclerc: "Situazione incomprensibile. Domani? Nessun miracolo"
Articolo precedente

Leclerc: "Situazione incomprensibile. Domani? Nessun miracolo"

Prossimo Articolo

Ferrari: il tonfo di Spa non è frutto di un episodio

Ferrari: il tonfo di Spa non è frutto di un episodio
Carica commenti
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021