Haas: la livrea diventa bianca con i colori della Russia

Il team americano ha mostrato sui social la nuova colorazione della macchina che sarà presentata solo in Bahrain prima dei test collettivi del 12 marzo. La VF-21 non sfrutterà nemmeno i gettoni di sviluppo concessi dalla FIA perché la struttura diretta da Gunther Steiner si concentra sul progetto 2022 affidato a Simone Resta. Svetta lo sponsor Uralkali portato da Mazepin.

Haas: la livrea diventa bianca con i colori della Russia

La Haas cambia livrea e diventa quasi tutta bianca con due richiami di blu e rosso che identificano il main sponsor russo, Uralkali, lasciando solo un piccolo richiamo alla matrice americana della squadra diretta da Gunther Steiner.

Il team di Gene Haas sta per iniziare una stagione che è definita di transizione: quella che vediamo nelle immagini è solo la colorazione della VF-21 che si vedrà prima dei test in Bahrain (venerdì 12 alle 8:30 locali): non aspettiamoci grandi novità se non l’adeguamento della vettura alle regole 2021 con i tagli dell’aerodinamica, visto che la struttura è orientata a spendere le sue risorse per il progetto della vettura a effetto suolo del 2022 e non ha nemmeno sfruttato i due gettoni di sviluppo.

All’appello mancano ancora Williams (che si vedrà domani) e Ferrari che si scoprirà il 10 marzo, visto che le altre squadre hanno fatto cadere i veli dalle loro monoposto. Se c’è un aspetto piacevole è che tutte le vetture saranno caratterizzate da una colorazione molto diversa per cui le renderà facilmente riconoscibili agli appassionati.

La Haas è in una fase di trasformazione: si affida a due giovani piloti debuttanti che hanno preso il posto di due esperti come Romain Grosjean e Kevin Magnussen che hanno fatto il loro tempo nella squadra USA. L’anno scorso il team aveva chiuso il mondiale Costruttori al nono posto con tre punti iridati, mentre la prospettiva di questa annata può anche essere quella di finire in coda al gruppo consapevolmente.

Mick Schumacher, campione in carica di F2, e Nikita Mazepin potranno affrontare il loro primo campionato di F1 senza la pressione di dover raggiungere dei risultati a tutti i costi, per cui avranno il tempo di fare esperienza in vista di un 2022, quando la Haas scenderà in pista con maggiori ambizioni.

Ricordiamo che la struttura americana ha aperto un “hub” tecnico a Maranello all’interno della Ferrari dove Simone Resta e i suoi collaboratori, fra i quali c’è anche il progettista De Zordo, lavorano già al progetto 2022 che nascerà in stretta sinergia con il Cavallino.

Haas VF-21
Haas VF-21
1/5

Foto di: Haas F1 Team

Haas VF-21
Haas VF-21
2/5

Foto di: Haas F1 Team

Haas VF-21
Haas VF-21
3/5

Foto di: Haas F1 Team

Haas VF-21
Haas VF-21
4/5

Foto di: Haas F1 Team

Haas VF-21
Haas VF-21
5/5

Foto di: Haas F1 Team

condivisioni
commenti
Aston Martin punta al Mondiale F1 in cinque anni
Articolo precedente

Aston Martin punta al Mondiale F1 in cinque anni

Prossimo Articolo

Aston Martin AMR21: non è solo una copia Mercedes

Aston Martin AMR21: non è solo una copia Mercedes
Carica commenti
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021