Haas e la sospensione che varia l'altezza per il calore!

No, non si tratta di una soluzione che permette di controllare le escursioni del retrotreno della VF-20, ma l'esatto contrario: sulla Haas si surriscaldano dei particolari della sospensione posteriore e la monoposto americana varia l'altezza a cambiare della temperatura, per cui i piloti si trovano per le mani una macchina che cambia comportamento giro dopo giro. E, per ora, non è stata trovata una soluzione al problema.

Haas e la sospensione che varia l'altezza per il calore!

La Haas non ha sviluppato la VF-20, ma la monoposto della squadra americana sta soffrendo più del previsto a Portimao, pista bellissima caratterizzata dai continui saliscendi. Romain Grosjean che ormai ha i due piedi al di fuori della squadra USA, comincia a raccontare le sue verità sull’anno difficile. In Algarve il francese ha chiuso 18esimo davanti al compagno di squadra Kevin Magnussen e subito dietro ad Antonio Giovinazzi che con l’Alfa Romeo dispone dello stesso motore Ferrari.

Al di là del gap di potenza dovuto allo 065/2, la Haas sta vivendo un GP del Portogallo particolarmente difficile per il surriscaldamento della sospensione posteriore che provoca improvvise variazioni di altezza della vettura da terra.

La maneggevolezza della monoposto è compromessa dalle continue variazioni di altezza nel posteriore quando fa caldo e i piloti si ritrovano per le mani con una macchina che cambia il suo comportamento da un giro all’altro per cui l’assetto Rake risulta fortemente compromesso..

"Stiamo lottando con il surriscaldamento della sospensione posteriore – spiega Grosjean - , il che significa che si altera l'altezza da terra che continua a cambiare nella parte posteriore. Da un giro all'altro possiamo perdere fino al 4,4% del bilanciamento aerodinamico".

La sospensione posteriore, come il resto del retrotreno, è uguale a quello della Ferrari SF1000 e la Haas ha accusato in Algarve gravi problemi nelle prove più che in gara.

"Faceva caldo alla fine della P3 e avevamo un'altezza da terra, la temperatura è scesa nella qualifica e ci siamo trovati con valori diversi. Questo è un problema che abbiamo sempre avuto quest’anno, ma qui a Portimao gli effetti sono doppi e non riusciamo a capire il perché”.

"E’ un problema perché il comportamento della vettura cambia in modo imprevedibile - ha ammesso il danese - . Fondamentalmente significa che ogni volta che entriamo in pista ci troviamo con un'altezza di marcia posteriore diversa. È uno di quei problemi che deve essere risolto".

Gunther Steiner, team principal della Haas, ha detto che sono state provate alcune soluzioni in Portogallo per cercare di cambiare le cose, ma non sembra che abbiano funzionato.

"Abbiamo questo problema dall'inizio dell'anno e ci sono volute alcune gare per capirlo", ha spiegato Gunther - . Abbiamo provato alcune opzioni per raffreddare il sistema: a volte sembra che funzioni meglio. Abbiamo comprato alcune nuove parti per questa gara ma immagino che non funzionino come c’è scritto nelle… istruzioni della scatola. Quindi, di sicuro continueremo a lavorarci…".

condivisioni
commenti
F1 a Imola: i biglietti saranno rimborsabili

Articolo precedente

F1 a Imola: i biglietti saranno rimborsabili

Prossimo Articolo

Ferrari: ci sarà il veto al congelamento dei motori?

Ferrari: ci sarà il veto al congelamento dei motori?
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Max ha gestito il posteriore meglio di Lewis" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Max ha gestito il posteriore meglio di Lewis"

Max Verstappen ha saputo gestire meglio un posteriore instabile per tutti, in occasione del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1. L'olandese allunga in classifica su Hamilton, che lascia Austin con una vera e propria mazzata a livello morale

Piola: "Mercedes pensa alla gara, Red Bull rischia" Prime

Piola: "Mercedes pensa alla gara, Red Bull rischia"

Nuovo video di analisi tecnica di Motorsport.com. Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano quanto accaduto nel sabato di Austin, con una Red Bull che conquista una pole position e una grande occasione. C'è il rischio di ripetere un finale mondiale come Hill/Schumacher nel '94?

Formula 1
24 ott 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Lewis e W12, inspiegabili difficoltà di guida" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Lewis e W12, inspiegabili difficoltà di guida"

Qualifiche strabilianti in quel di Austin, con Max Verstappen che conquista la dodicesima pole della carriera davanti a Lewis Hamilton. Terzo Perez, mentre Charles Leclerc, in virtù della penalità di Bottas, scatterà dalla quarta posizione. Orecchie basse in Mercedes, con una W12 brutta copia di quella vista al venerdì

Formula 1
23 ott 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump"

Il tema caldo del venerdì di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1 è rappresentato dall'alto numero di bump e sconnessioni dell'asfalto texano. I piloti sono chiamati a far fronte a questi inconveniente, andando spesso e volentieri a sacrificare la traiettoria

Formula 1
22 ott 2021
F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull" Prime

F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull"

Dal venerdì di Austin emerge una Red Bull apparsa in difficoltà: sul tracciato texano, l'assetto rake delle monoposto di Verstappen e Perez è un'arma a doppio taglio. Nella prima sessione, le due Red Bull hanno sofferto più di altre i bum e le sconnessioni dell'asfalto

Formula 1
22 ott 2021
Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull" Prime

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull"

In questo nuovo video di Motorport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano la situazione dei team arrivati sul tracciato di Austin, pronti ad affrontare il weekend del Gran Premio degli Stati Uniti. La sfida tra Mercedes e Red Bull è sempre più accesa...

Formula 1
21 ott 2021
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

Formula 1
20 ott 2021
F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021