Grave errore di Giovinazzi: Antonio ha chiesto scusa

Il pilota italiano nel giro 11 del GP del Belgio è stato protagonista di un brutto incidente con l'Alfa Romeo perdendo la C39 quasi nello stesso punto dell'incidente dello scorso anno. Antonio si è subito scusato con la squadra del Biscione e con George Russell che si è dovuto ritirare con la Williams colpita da una ruota persa dalla monoposto di Hinwil.

Grave errore di Giovinazzi: Antonio ha chiesto scusa

Spa non è maledetta solo per la Ferrari. Anche Antonio Giovinazzi cercherà di dimenticare il GP del Belgio il più presto possibile. Il pugliese ha sbattuto in modo rovinoso, ripetendo il crash dell’anno scorso sulla stessa pista.

Un botto ad alta velocità nel quale ha sfasciato contro il muro la sua C39 al giro 11, compromettendo anche la gara di George Russell, costretto al ritiro perché la sua Williams è stata colpita dalla ruota posteriore sinistra dell’Alfa Romeo che gli ha divelto la sospensione anteriore.

Antonio ha esagerato per stare vicino alla Ferrari di Sebastian Vettel in quella che era la lotta per il quattordicesimo posto. Sapeva che un sorpasso sulla Rossa magari gli avrebbe acceso dei riflettori in un momento in cui la squadra del “Biscione” si dibatte in problemi simili a quelli della Scuderia, ma con un’infinità di risorse in meno.

E si è lasciato prendere la mano per stare entro il distacco di un secondo nella speranza di poter azionare il DRS e tentare l’attacco sulla SF1000 del tedesco quattro volte campione del mondo. L’Alfa Romeo, invece, andando verso Stavelot gli è partita a schiaffo sul lato sinistro della pista e si è schiantata contro il muro per poi rimbalzare in pista senza una ruota che è andata a centrare la Williams di Russell che stava cercando uno spiraglio nell’erba per evitare l’incidente.

Giovinazzi si è assunto la paternità del botto che ha richiesto l’intervento della safety car fino al giro 15 per ripulire la pista dalla due carcasse e dalla miriade di detriti in carbonio. Antonio non appena è tornato ai box è andato a scusarsi prima con il team principal, Vasseur, e poi con George Russell, incolpevole vittima del crash.

 

Il pugliese ha pubblicato anche un tweet nel quale ha pubblicamente chiesto scusa al team e al collega: un gesto che deve essere molto apprezzato se si considera che Antonio si deve ancora guadagnare il rinnovo del contratto per il 2021, dato che il ritiro di Kimi Raikkonen è dato tutt’altro che per scontato e nella FDA ci sono molti giovani di belle speranze che ambiscono al suo abitacolo, visto che è quello riservato a un pilota del Cavallino.

 

Una volta di più, Giovinazzi è chiamato a ripartire da Monza per dimenticare le delusioni del Belgio: nel momento in cui la squadra lo ha preso come punto di riferimento preferendolo a Kimi, Antonio ha rovinato l’ottimo lavoro costruito finora con un errore che rischia di pagare ad alto prezzo. Ora deve voltare pagina, ma il bel gesto di scusarsi non va dimenticato e anzi va sottolineato…

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39 urta contro la barriera e la sua gomma colpisce la vettura di George Russell, Williams FW43
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39 urta contro la barriera e la sua gomma colpisce la vettura di George Russell, Williams FW43
1/11

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39 urta contro la barriera e la sua gomma colpisce la vettura di George Russell, Williams FW43
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39 urta contro la barriera e la sua gomma colpisce la vettura di George Russell, Williams FW43
2/11

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39 urta contro la barriera e la sua gomma colpisce la vettura di George Russell, Williams FW43
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39 urta contro la barriera e la sua gomma colpisce la vettura di George Russell, Williams FW43
3/11

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39 urta contro la barriera e la sua gomma colpisce la vettura di George Russell, Williams FW43
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39 urta contro la barriera e la sua gomma colpisce la vettura di George Russell, Williams FW43
4/11

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39 urta contro la barriera e la sua gomma colpisce la vettura di George Russell, Williams FW43
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39 urta contro la barriera e la sua gomma colpisce la vettura di George Russell, Williams FW43
5/11

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39 urta contro la barriera e la sua gomma colpisce la vettura di George Russell, Williams FW43
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39 urta contro la barriera e la sua gomma colpisce la vettura di George Russell, Williams FW43
6/11

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

George Russell, Williams FW43 e Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, scendono dalle loro auto dopo l'incidente
George Russell, Williams FW43 e Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, scendono dalle loro auto dopo l'incidente
7/11

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

George Russell, Williams FW43 e Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, scendono dalle loro auto dopo l'incidente
George Russell, Williams FW43 e Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, scendono dalle loro auto dopo l'incidente
8/11

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

George Russell, Williams FW43 e Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, scendono dalle loro auto dopo l'incidente
George Russell, Williams FW43 e Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, scendono dalle loro auto dopo l'incidente
9/11

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

George Russell, Williams FW43 e Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, scendono dalle loro auto dopo l'incidente
George Russell, Williams FW43 e Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, scendono dalle loro auto dopo l'incidente
10/11

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

La gomma di Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, dopo la collisione con le barriere
La gomma di Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, dopo la collisione con le barriere
11/11

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

 

condivisioni
commenti
Ricciardo: "Podio? Perez e Gasly mi hanno fregato!"

Articolo precedente

Ricciardo: "Podio? Perez e Gasly mi hanno fregato!"

Prossimo Articolo

Mercedes: Hamilton scava un solco nel mondiale

Mercedes: Hamilton scava un solco nel mondiale
Carica commenti
Ecco come la pandemia tormenta ancora la Formula 1 Prime

Ecco come la pandemia tormenta ancora la Formula 1

L'incertezza che ancora regna sul calendario di F1 non è un problema soltanto per team, piloti, addetti ai lavori e fan. Mark Gallagher spiega le difficoltà finanziarie che stanno attraversando anche i promoter del gran premi.

Formula 1
3 ott 2021
Perez: l'anno della verità in Red Bull sarà il 2022 Prime

Perez: l'anno della verità in Red Bull sarà il 2022

Il messicano ha sofferto particolarmente in questi ultimi appuntamenti, complici episodi sfortunati ed una vettura creata sulle esigenze di Verstappen. Il 2022, con auto ad effetto suolo, potrà essere l'occasione del riscatto.

Formula 1
2 ott 2021
Formula 1: ecco perché ha senso continuare con i V6 turbo Prime

Formula 1: ecco perché ha senso continuare con i V6 turbo

Le power unit V6 da 1.6 litri di cubatura hanno fatto il loro esordio nel 2014, in Formula 1. A fronte dell'imminente - ed immane - cambio regolamentare previsto per il 2022, cerchiamo di spiegare perché abbia senso continuare ancora con questo tipo di unità propulsive

Formula 1
2 ott 2021
Lotus: le alterne fortune tra gli anni 90 e i 2000 Prime

Lotus: le alterne fortune tra gli anni 90 e i 2000

Nei primi anni 90 la Lotus è stata una lontana parente del team vincente del passato ed i numerosi tentativi di riportare in auge il marchio negli anni seguenti si sono sempre rivelati un buco nell'acqua.

Formula 1
1 ott 2021
Tsunoda: "Consigli al giovane Yuki? Di essere più concentrato" Prime

Tsunoda: "Consigli al giovane Yuki? Di essere più concentrato"

Abbiamo intervistato Yuki Tsunoda, pilota AlphaTauri. La stagione d'esordio in Formula 1, per il giapponese, è iniziata sugli scudi dopo una prestazione importante in quel del Bahrain, per poi andar via via in calando. Ecco cosa ci ha rivelato direttamente Yuki e, soprattutto, quali consigli darebbe a sé stesso più giovane per avere un approccio migliore al mondo delle corse.

Formula 1
1 ott 2021
GP Russia: la centesima vittoria di Hamilton in questa photostory Prime

GP Russia: la centesima vittoria di Hamilton in questa photostory

Lewis Hamilton ha conquistato la centesima vittoria in carriera in un Gran Premio di Russia che definire "emozionante" è riduttivo. Andiamo a ripercorrere i momenti salienti del fine settimana

Formula 1
30 set 2021
Mercedes: ecco perché la partita mondiale si gioca sul motore Prime

Mercedes: ecco perché la partita mondiale si gioca sul motore

La squadra campione ha sbagliato i tempi per fermare troppo presto lo sviluppo della W12 e per dedicare a tempo pieno staff tecnico e risorse alla monoposto 2022, mentre in Rud Bull hanno continuato a progredire con la RB16B. Per contrastare l'ascesa di Verstappen, la Stella ha dovuto cominciare a spremere la power unit, mettendo a rischio la proverbiale affidabilità in una sfida che non è solo fra i due campioni, ma anche tecnica.

Formula 1
29 set 2021
Norris: l'errore fatale è presunzione o inesperienza? Prime

Norris: l'errore fatale è presunzione o inesperienza?

Lando Norris è protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. L'inglese è il vero sconfitto del Gran Premio di Russia di Formula 1: dopo aver condotto buona parte della gara, il pilota McLaren sbaglia a proseguire con gomma slick mentre la pista andava asciugandosi. La troppa voglia di fare bene, spesso, è cattiva consigliera

Formula 1
28 set 2021