Austin, conti in rosso dopo il GP causa maltempo

Bobby Epstein, presidente del circuito di Austin, ammette il disastro finanziario dopo il fine settimana della F.1

A quattro giorni dal termine del fine settimana che ha ospitato il Gran Premio degli Stati Uniti, i promotori dell'evento di Austin hanno dovuto prendere atto del disastro finanziario della quattro giorni di gara, dovuto prevalentemente alle difficili condizioni meteo che hanno imperversato sullo stato del Texas per una settimana.

A parlare del disastro economico dello scorso fine settimana è stato il presidente del Circuit of the Americas di Austin, Bobby Epstein: "È stato un fine settimana molto difficile e duro per noi. Le tempeste, i fulmini, la pioggia torrenziale portata dall'uragano Patricia hanno fatto sì che una sessione di prove venisse annullata. Molte persone hanno deciso di rimanere fuori dal tracciato proprio a causa di queste condizioni".

Il fine settimana texano è stato definito come "finanziariamente devastante per la nostra compagnia", ma Epstein ha poi aggiunto: "Ma speriamo che in futuro non si ripeta uno scenario del genere". 

Un altro aspetto che certamente non ha favorito l'afflusso di pubblico al Gran Premio degli Stati Uniti è stata la vicinanza del Texas al Messico, sede del prossimo appuntamento del Mondiale di Formula 1 che sarà disputato proprio in questo fine settimana. Epstein ha infatti concluso ammettendo: "Il Gran Premio del Messico è stato certamente dannoso per noi". 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Gran Premio degli Stati Uniti
Circuito Circuito delle Americhe
Articolo di tipo Commento