Incidente Rosberg: la FIA aveva scritto alle squadre

condivisioni
commenti
Incidente Rosberg: la FIA aveva scritto alle squadre
Di: Franco Nugnes
21 ago 2015, 16:00

Whiting ha mandato dopo le libere del mattino una direttiva per il rispetto dei parametri di sicurezza Pirelli

Nico Rosberg, Mercedes, guasto al pneumatico
Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 Team
Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 Team
Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 Team

Charlie Whiting, delegato tecnico della FIA e responsabile della sicurezza, ha mandato a tutti i team una direttiva per ricordare alle squadre il pieno rispetto dei parametri fissati dalla Pirelli per non arrivare alle soglie di rischio specie con gli angoli di camber e la pressione di gonfiaggio troppo bassa. La comunicazione è stata spedita via mail dopo la prima sessione di prove libere del mattino, tenuto conto che a Spa si sono registrate delle temperature ambientali insolite (38 gradi dell'asfalto).

E' interessante che ci sia un antefatto, perché evidenzia le cautele che erano state prese prima dell'esplosione della gomma di Nico Rosberg all'inizio della simulazione di gara durante il secondo turno di libere. Dalle immagini televisive si è potuto osservare che in un punto specifico del battistrada ha cominciato a sfogliarsi un filato della carcassa e poi c'è stata la completa delaminazione della gomma che si è staccata dal cerchio, volando via mentre la W06 Hybrid viaggiava a 306 km/h!

"In macchina non mi sono accorto di niente di strano - ha detto Nico Rosberg - ma quando ho visto le immagini della tv è parso evidente che si stava deteriorando il pneumatico".

Ora i tecnici della Pirelli stanno esaminando i resti della posteriore destra a mescola Soft per capire quale possa essere stata la causa dell'incidente del tedesco che è stato molto bravo nel mantenere il controllo della freccia d'argento, evitando di sbattere contro le barriere. Nel tentativo di rallentare la macchina, con i freni inchiodati, si è forato anche il pneumatico posteriore sinistro.

Paddy Lowe, direttore tecnico della Mercedes, si è dichiarato stupito dell'accaduto, gettando un sasso nello stagno di un episodio che deve essere assolutamente chiarito per affrontare il resto del week end in serenità e piena sicurezza. Per la Pirelli tornano a galla i "fantasmi" di Silverstone di due anni fa e di Spa nel campionato precedente. Una situazione antipatica proprio nel momento in cui la FIA e la FOM devono decidere quale sarà il gommista della Formula 1 dal 2017 in avanti per tre stagioni.

Prossimo articolo Formula 1
Mercedes: a cosa serve il cerchio posteriore con i buchi?

Articolo precedente

Mercedes: a cosa serve il cerchio posteriore con i buchi?

Prossimo Articolo

Monza, la pista con la più bassa tortuosità della F.1

Monza, la pista con la più bassa tortuosità della F.1
Carica commenti