A Rosberg si è rotta solo la molla dell'acceleratore!

condivisioni
commenti
A Rosberg si è rotta solo la molla dell'acceleratore!
Di: Franco Nugnes
11 ott 2015, 17:23

Un particolare banale ha fermato la corsa del tedesco che era al comando del Gp di Sochi

Partenza: Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 al comando davanti al compagno di squadra Lewis Hamilton, Me
Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 W06
Nico Rosberg, Mercedes AMG F1
Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 nella drivers parade
Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 W06
Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 Team

Nico Rosberg ha tutte le ragioni per essere furioso con il team Mercedes. Era in testa alla corsa, dopo essere partito bene dalla pole position, ma ha dovuto ritirarsi nelle prime battute di gara per un problema impensabile: si è rotta la molla di richiamo del pedale dell'acceleratore che comanda il fly-by-wire.

Un guaio non poteva essere gestito dall'abitacolo: in sostanza il pedale della W06 Hybrid non tornava tutto su per cui il gas restava parzialmente aperto. Ecco perché il tedesco in staccata provava a richiamare il pedale con il piede, ma la gamba andava a sbattere contro il volante rendendo impossibile una guida competitiva.

Dopo un paio di lunghi in staccata, il tedesco è stato richiamato ai box dove i tecnici di Brackley non hanno potuto fare altro che prendere atto del cedimento. I maligni hanno subito pensato al peggio: in un team professionale come la Mercedes è irricevibile l'accusa di un eventuale sabotaggio sulla monoposto del tedesco. Molto più semplicemente può essere finito fra i pedali un pezzetto dimenticato in macchina. Tutt'al più si tratta di umana cialtroneria, ma non di delittuoso comportamento. Per favore, non scherziamo sulle cose molto serie!

Sta di fatto che sulle Mercedes ultimamente accadono cose incredibili: è il segno della pressione che è in grado di esercitare la Ferrari. Anche Lewis Hamilton ha dovuto rallentare negli ultimi giri perché in telemetria i tecnici vedevano strane perdite di carico nell'ala posteriore. L'armata tedesca, insomma, comincia a mostrare qualche nervo scoperto...

Prossimo articolo Formula 1
Ferrari: lettera di scuse, chiuso il caso Singapore

Articolo precedente

Ferrari: lettera di scuse, chiuso il caso Singapore

Prossimo Articolo

Pirelli: rinnovato il contratto di fornitura per tre anni

Pirelli: rinnovato il contratto di fornitura per tre anni
Carica commenti