Renault ritarda il debutto del motore con i 12 gettoni

condivisioni
commenti
Renault ritarda il debutto del motore con i 12 gettoni
Di: Franco Nugnes
07 ott 2015, 16:47

I francesi non hanno fretta di dare a Red Bull Racing e Toro Rosso l'unità evoluta

Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB11
Max Verstappen, Scuderia Toro Rosso STR10
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB11
Max Verstappen, Scuderia Toro Rosso STR10
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB11
Daniil Kvyat, Red Bull Racing RB11

La Renault non ha fretta di far debuttare la power unit con i 12 gettoni di sviluppo: nei piani della Casa francese Red Bull Racing e Toro Rosso avrebbero dovuto utilizzare le nuove unità nel prossimo Gp di Russia, ma i due team di Dietrich Mateschitz non hanno programmato alcuna sostituzione di propulsore, per cui la prima uscita avverrà non prima di Austin negli Stati Uniti, se non più tardi ancora.

Le indiscrezioni che filtrano da Viry Chatillon dicono che l'evoluzione della power unit transalpina dovrebbe rappresentare un importante passo in avanti rispetto all'unità che sta correndo adesso: i tecnici di Cyril Abiteboul hanno dovuto lavorare sodo per cercare una base di affidabilità, prima di provvedere allo sviluppo delle prestazioni.

Red Bull Racing e Toro Rosso dovranno decidere di adottare il nuovo motore nel rispetto del loro ciclo di lavoro programmato, mentre in Renault tirano a mostrare la loro power unit il più tardi possibile, dopo la rottura del contratto di fornitura con i francesi un anno prima della scadenza del contratto.

È da vedere che l'aumento di potenza possa bilanciare la penalità che i piloti dovranno pagare in griglia. Daniel Ricciardo non è troppo ottimista: "Guadagneremo quello che sarà possibile - ha detto l'australiano - ma ad essere onesti non mi aspetto un aggiornamento da 40 cavalli. Credo che sarà meglio di quello che abbiamo ora, ma non mettiamoci troppe aspettative".

Prossimo articolo Formula 1
A Sochi più veloci di tre secondi rispetto al 2014

Articolo precedente

A Sochi più veloci di tre secondi rispetto al 2014

Prossimo Articolo

Pirelli: rinnovato il contratto di fornitura per tre anni

Pirelli: rinnovato il contratto di fornitura per tre anni
Carica commenti