Raikkonen: il problema era al brake by wire

Il finlandese si è girato in Q2 per un guaio di natura elettrica e non per una panne ai dischi

Il testacoda di Kimi Raikkonen nella Q2 ha messo fine alla qualificazione del pilota ferrarista anche se il pilota è tornato ai box con i suoi mezzi e ci fosse ancora il tempo per fare un ultimo tentativo per sperare di superare la tagliola. Il finlandese, invece, si è sfilato dall'abitacolo perché il guaio che lo aveva messo in difficoltà in staccata non era risolvibile. Cosa è successo alla SF15-T? Si è parlato genericamente di un problema ai freni, ma i tecnici del Cavallino hanno individuato il guaio dopo un'attenta verifica con gli specialisti della Brembo.

Non si è trattato di un deficit di dischi o pastiglie, ma a mandare in crisi Iceman è stato il brake by wire, vale a dire il controllo elettronico della frenata posteriore che è stato adottato dallo scorso anno sulle monoposto di F.1 per bilanciare la staccata quando entra in funzione l'MGU-K che ricarica energia elettrica quando il pilota è in rilascio.

A causare lo stop del finlandese, quindi, è stato un problema elettrico e non meccanico, forse conseguenza del principio di incendio che ha fermato Kimi nella terza sessione di prove libere che ha obbligato i meccanici di Maranello a sostituire la trasmissione che era andata ko.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Gran Premio del Messico
Circuito Autódromo Hermanos Rodríguez
Piloti Kimi Raikkonen
Articolo di tipo Ultime notizie