Renault: Prost avrà il 20 per cento del team Lotus

Il francese sarà presidente con Abiteboul team principal. Grosjean pilota già confermato, mentre spera Perez

L'ufficialità dovrebbe essere sancita probabilmente domani, ma stando alle voci del paddock la Renault ha raggiunto un accordo con la Lotus per l'acquisto del team di Enstone, dopo una lunga e estenuante due diligence durante la quale è stato difficile stabilire l'effettiva entità dei debiti del team nero-oro.

La società che avrà in gestione il team ufficiale della Casa della losanga sarà composto da tre elementi: la Renault avrà il controllo delle azioni con una quota di maggioranza del 60%, mentre Alain Prost, attuale ambasciatore del marchio transalpino, assumerà il ruolo di presidente non esecutivo (alla maniera di Niki Lauda alla Mercedes) e potrà contare sul 20%, mentre il restante sarà lasciato a Gerard Lopez, titolare della Genii Capital e attuale team principal.

I vertici della Renault hanno atteso a lungo di definire la situazione perché doveva essere decisa una strategia: lasciare fallire la Lotus per prenderla poi "pulita" da tutti i debiti, oppure salvare il team di Enstone, mantenendone la storicità ed ereditando, quindi, i bonus FOM e i vantaggi per il trasporto nei Gp extra europei.

Alla fine pare che sia prevalsa la seconda soluzione con la spinta di Bernie Ecclestone che ancora una volta si è rivelato il grande burattinaio del Circus: Mister E, infatti, ha pagato l'ultimo stipendio ai 400 dipendenti della Lotus per evitare una possibile emoraggia di tecnici e di personale specializzato.

Ora la situazione dovrebbe essere sotto controllo e non è escluso che il futuro team decida di dare continuità anche alla line-up dei piloti: oltre al francese Romain Grosjean dovrebbe restare anche Pastor Maldonado che ha un contratto valido anche per la stagione 2016. Chi spinge per avere un posto nel team diretto da Cyril Abiteboul è Sergio Perez, stufo di essere in una squadra clienti e desideroso di passare sotto le insegne di una squadra ufficiale.

L'uscita della Lotus dalla galassia Mercedes dopo appena un anno di contratto, dovrebbe facilitare anche la fuga della Red Bull Racing stufa delle continue rotture del motore Energy.

Dietrich Mateschitz, dopo aver rifiutato la fornitura della Ferrari, vuole a tutti i costi diventare cliente di Brixworth. E, nonostante, le forti, fortissime ritrosie di Toto Wolff, è stato raggiunta una base di accordo con il vertice della Casa di Stoccarda, visto che il marketing della Stella a tre punte sarebbe ben felice di poter sfruttare l'eccellente comunicazione sulle giovani generazioni di appassionati che i "bibitari" riescono a produrre da anni.

La Renault vorrebbe disperatamente mantenere la fornitura del motore con la Toro Rosso, ma il team di Faenza è destinato a tornare alla corte del Cavallino rampante aggiungendosi a Sauber e Haas, mentre la Manor erediterà l'ultima fornitura degli 059/4 che sarà omologata a fine campionato con il nuovo basamento che sarà la prefigurazione dell'unità 2016.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Pastor Maldonado , Romain Grosjean
Team Lotus F1
Articolo di tipo Ultime notizie