Mercedes agitata: riduce il regime del V6 di Lewis?

condivisioni
commenti
Mercedes agitata: riduce il regime del V6 di Lewis?
Di: Franco Nugnes
05 set 2015, 20:46

Il cedimento del motore nuovo di Rosberg consiglia i tecnici delle frecce d'argento a una tattica guardinga

Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 in the FIA Press Conference
Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 Team
Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 W06
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W06 e il compagno di squadra Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 W06 all'u

Alla Mercedes sono preoccupati. Il cedimento del motore di Nico Rosberg ha messo un po' di agitazione nella squadra di Brackley. A rompersi questa mattina è stata la terza unità della stagione, quella dotata di sette gettoni di sviluppo. Nella power unit delle frecce d'argento sono state introdotte delle soluzioni sperimentali che serviranno come base all'unità del 2016. Interventi che permettono un importante incremento delle prestazioni mettendo a rischio la proverbiale affidabilità dei propulsori made in Brixworth.

Lewis Hamilton si è intrattenuto nel paddock fino a sera per discutere con i tecnici della gara di domani e non si esclude affatto che si possa ridurre leggermente il regime di rotazione della power unit dell'inglese per evitare un cedimento simile a quello del compagno di squadra tedesco.

Le Ferrari hanno mostrato una consistenza che i tecnici di Brackley non si aspettavano: in particolare la SF15-T di Kimi Raikkonen ha mostrato una guidabilità nelle chicane invidiabile che, per esempio, Nico Rosberg non è riuscito a trovare. Il tedesco, infatti, predilige un assetto più rigido di quello di Lewis Hamilton che gli permette di avere una monoposto più bassa e quindi con più carico, ma che nelle chicane non può aggredire i cordoli pena una perdita di trazione.

Nico può aver lasciato qualcosa al compagno di squadra per le scelte di assetto, ma certamente ha pagato l'essere tornato al secondo motore (per non scontare delle penalità) che è arrivato alla sesta gara e che somma, quindi, un chilometraggio molto vicino al limite prima di una gara che impone ai propulsori di stare con il gas a tavoletta per il 67% del giro.

La Mercedes che, dopo le prove libere di ieri sembrava avere una supremazia per gestire la sua superiorità tecnica, sembra essere stata intimorita dalla Ferrari che ha mostrato i muscoli e vuole far sognare il suo pubblico...

Prossimo articolo Formula 1
Haas inizia la produzione degli stampi della scocca

Articolo precedente

Haas inizia la produzione degli stampi della scocca

Prossimo Articolo

Segalini a capo dell'ufficio tecnico della Sauber

Segalini a capo dell'ufficio tecnico della Sauber
Carica commenti