F1, GP d'Italia: stesso numero di Soft per Ferrari e Mercedes

condivisioni
commenti
F1, GP d'Italia: stesso numero di Soft per Ferrari e Mercedes
Di:
27 ago 2019, 10:57

La Red Bull sarà il top team con più treni di Soft. Verstappen potrà contare su un treno in più di morbide rispetto al nuovo compagno di squadra Alexander Albon.

La Formula 1 torna dalla pausa estiva e lo fa in grande stile: con il Gran Premio del Belgio che si terrà sullo storico tracciato di Spa-Francorchamps. Pirelli ha però già diffuso oggi le scelte fatte dai team e dai piloti riguardo la quantità di set di cui potranno disporre per il Gran Premio d'Italia che anche quest'anno si terrà all'Autodromo di Monza.

Ricordiamo che sul tracciato brianzolo la Pirelli porterà mescole C2 (Hard), C3 (Medium) e C4 (Soft).

Il top team che ha selezionato più gomme Soft, quelle a banda rossa sulle spalle, è la Red Bull. Max Verstappen potrà contare su 10 treni delle gomme più morbide, mentre Alexander Albon, suo nuovo compagno di squadra, ne avrà uno in meno.

Questa scelta determina un divario anche nella selezione delle Medium, con l'olandese che avrà un treno in meno di medium rispetto al thailandese. Medesima scelta sulle Hard: un treno a testa.

Ferrari e Mercedes si sono equivalse nella selezione di set di Soft, 8 per Hamilton, Bottas, Vettel e Leclerc. In questo caso la differenza è legata alla scelta di Medium e Hard, con Bottas e Vettel che avranno più gomme a banda gialla (4 a testa) rispetto a Hamilton e Leclerc, mentre quest'ultimi avranno 2 treni di Hard, dunque uno in più rispetto al finnico e al tedesco.

Verstappen non è stato l'unico a scegliere ben 10 set di Soft. Anche entrambi i piloti della Racing Point, Sergio Perez e Lance Stroll, avranno la stessa quantità delle gomme più morbide.

 
Prossimo Articolo
Binotto: "A Spa la Ferrari vuole provarci"

Articolo precedente

Binotto: "A Spa la Ferrari vuole provarci"

Prossimo Articolo

Vettel: "L'Eau Rouge resta qualcosa di unico"

Vettel: "L'Eau Rouge resta qualcosa di unico"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP d'Italia
Autore Giacomo Rauli