F1, GP di Francia: Verstappen bastona le Mercedes in qualifica

Vestappen conquista la pole position nel GP di Francia con la Red Bull: l'olandese si è tenuto alle spalle le due Mercedes di Hamilton e Bottas che erano le grandi favorite. Perez è quarto con la seconda Red Bull davanti all'ottimo Carlos Sainz con la Ferrari, primo degli "altri". Leclerc ha faticato con l'altra Rossa e non è andato oltre il settimo posto. Positivo Gasly con l'AlphaTauri. Sono andati a muro Mick Schumacher e Yuki Tsunoda.

F1, GP di Francia: Verstappen bastona le Mercedes in qualifica

Il feudo Mercedes è crollato: Max Verstappen ha meritato la pole position nel GP di Francia, risultando l'unico pilota che ha bucato il muro dell'1'30 con le gomme soft. La Red Bull si conferma la monoposto più competitiva facendo la differenza nell'ultimo tratto della pista, dove gli avversari arrivano con gli pneumatici rossi già finiti. Verstappen mette in saccoccia la quinta partenza al palo, la seconda in questa stagione, riuscendo a dare degli strappi ogni volta che è sceso in pista e costringendo gli avversari a inseguirlo con un assetto aerodinamico particolarmente scarico.

Lewis Hamilton è in prima fila e ha portato la W12 ad appena 258 millesimi dalla Red Bull: l'inglese ha continuato a lavorare sessione dopo sessione per trovare la competitività della freccia nera che non emerge più in modo così evidente come in passat. Il campione del mondo, però, quando deve estrarre la prestazione non manca l'appuntamento: Lewis in gara potrebbe rendere più dura la vita che in qualifica. Entrambi i piloti della prima fila scatteranno con le gomme gialle. come quasi tutti quelli che sono entrati in Q3: l'obiettivo era di allungare il primo stint per riuscire a coprire la gara solo con un pit stop.

La Mercedes si arrende in qualifica, ma non è detto che si dia battuta in gara: la squadra di Brackley può fare affidamento su Valtterio Bottas che ha saputo fare meglio di Sergio Perez, in una sfida nella quale anche i secondi piloti possono avere un ruolo importante. Valtteri è stato sempre davanti ad Hamilton, ma alla resa dei conti è finito alle spalle dell'epta-campione.

Il messicano, invece, ha pagato quasi mezzo secondo dal suo capitano, ma sappiamo tutti che Sergio si trasforma nel passo gara e ce l'ha dimostrato vincendo a Baku.

Il primo degli altri è Carlos Sainz che ha portato la Ferrari al quinto posto: lo spagnolo si è adattato meglio all'assetto scarico della SF21, visto che Charles Leclerc ha fatto più fatica dovendo accontentarsi di una settima posizione non esaltante. La Rossa si conferma la terza forza del paddock, tenendo a distanza la McLaren che è solo ottava con Lando Norris e decima con Daniel Ricciardo.

Lo sfidante nel gruppo di centro della Ferrari è Pierre Gasly con l'AlphaTauri: il francese è sesto ad appena 28 millesimi da Carlos Sainz e sarà una spina nel fianco dello spagnolo anche in gara. bellissima anche la prestazione di Fernando Alonso nono con l'Alpine: l'iberico aveva una nuova idroguida e Fernando ne ha beneficiato trovando una maggiore fiducia nella vettura.

Rimane fuori dalla top ten Esteban Ocon con l'Alpine: in sesta fila al suo fianco ci sarà Sebastian Vettel con la migliore Aston Martin, anche se le aspettative erano altre. Antonio Giovinazzi ha avuto il merito di portare l'Alfa Romeo in Q2 in 13esima posizione: l'italiano nel secondo run ha provato a montare le soft senza successo, ma è riuscito a tenersi dietro la Williams di George Russell ottimo 14esimo.

Mick Schumacher ha avuto il pregio di conquistare per la prima volta il passaggio in Q2 con la Haas, ma poi ha esagerato alla curva 6 e ha perso la monoposto andato a sbattere violentemente contro le barriere, conciando la VF-21. Un errore di valutazione che costerà molto caro visto che il tedesco sarà costretto a scattare dal fondo della griglia dopo aver meritato la 15esima posizione se dovrà sostituire la trasmissione.

Nicholas Latifi non è passato in Q2 per un distacco di 2 millesimi di secondo dal compagno di squadra George Russell e si è dovuto accontentare della 16esima posizione. Il canadese ha preceduto Kimi Raikkonen in difficoltà con l'Alfa Romeo: Iceman dovrà scattare dalla 17esima posizione in gara. Nikita Mazepin è 18esimo con la Haas: il russo ha preceduto due piloti impossibilitati di cercare una prestazione.

Lance Stroll ha visto interrotto il suo ultimo tentativo con l'Aston Martin a causa del botto di MicK Schumacher e ha visto svanire la possibilità di uscire dalla prima tagliola: la squadra ha sbagliato i tempi di uscita e ne paga conseguenze gravissime.

Yuki Tsunoda non ha percorso nemmeno un giro cronometrato perché il giapponese si è girato fra la curva 1 e la 2 ed è finito contro le barriere con il retrotreno delll'AlphaTauri, concludendo la sua Q1 per l'imposibilità di ripartire per un problema al cambio bloccato in folle, benché i danni esterni non sembravano particolarmente gravi. Per Tsunoda arriva un altro errore grave, dopo quello di Imola con una dinamica piuttosto simile. Il ragazzo è giovane, ma ripete degli sbagli: al Paul Ricard ha aggredito troppo il cordolo esterno che lo ha sparato fuori pista.

Cla Pilota Tempo Gap km/h
1 Netherlands Max Verstappen 1'29.990   233.705
2 United Kingdom Lewis Hamilton 1'30.248 0.258 233.037
3 Finland Valtteri Bottas 1'30.376 0.386 232.707
4 Mexico Sergio Perez 1'30.445 0.455 232.530
5 Spain Carlos Sainz Jr. 1'30.840 0.850 231.519
6 France Pierre Gasly 1'30.868 0.878 231.447
7 Monaco Charles Leclerc 1'30.987 0.997 231.145
8 United Kingdom Lando Norris 1'31.252 1.262 230.473
9 Spain Fernando Alonso 1'31.340 1.350 230.251
10 Australia Daniel Ricciardo 1'31.382 1.392 230.145
11 France Esteban Ocon 1'31.736 1.746 229.257
12 Germany Sebastian Vettel 1'31.767 1.777 229.180
13 Italy Antonio Giovinazzi 1'31.813 1.823 229.065
14 United Kingdom George Russell 1'32.065 2.075 228.438
15 Germany Mick Schumacher      
16 Canada Nicholas Latifi 1'33.062 3.072 225.991
17 Finland Kimi Raikkonen 1'33.354 3.364 225.284
18 Russian Federation Nikita Mazepin 1'33.554 3.564 224.802
19 Canada Lance Stroll 2'12.584 42.594 158.625
20 Japan Yuki Tsunoda      
condivisioni
commenti
LIVE Formula 1, Gran Premio di Francia: Qualifiche
Articolo precedente

LIVE Formula 1, Gran Premio di Francia: Qualifiche

Prossimo Articolo

Verstappen determinato: "Adesso prendiamoci i punti persi a Baku"

Verstappen determinato: "Adesso prendiamoci i punti persi a Baku"
Carica commenti
Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021