Gp d'Italia: anche il Sindaco di Imola ora dice la sua

condivisioni
commenti
Gp d'Italia: anche il Sindaco di Imola ora dice la sua
Di: Franco Nugnes
02 set 2015, 18:18

Manca candida l'Enzo e Dino Ferrari a salvare la gara italiana se fallisse Monza. Intempestivo!

E tre! Dopo le sparate di Roberto Maroni, Governatore della Lombardia e Matteo Renzi, Presidente del Consiglio, mancava un altro politico che si esprimesse sul Gp d'Italia. E non si è dovuto attendere molto perché in redazione è arrivata puntuale la dichiarazione di Daniele Manca, Sindaco di Imola.

"L’attenzione del Presidente del Consiglio è un segnale importante per il mantenimento del Gp di Formula 1 in Italia. Imola è pronta a dare una mano. I ragionamenti che abbiamo fatto in questi mesi non avevano il fine di sostituire Imola a Monza, bensì quello di affiancarci nel comune obiettivo di continuare ad organizzare un Gp di Formula 1 nel nostro paese. Qualora non fosse possibile mantenerlo nella sua sede storica, noi siamo a disposizione, con la nostra storia e con i progetti che stiamo portando avanti per rendere l’Autodromo di Imola sede ideale di grandi eventi internazionali".

Un'uscita certamente lucida ma intempestiva che permette a Bernie Ecclestone di alzare il prezzo per il rinnovo del contratto. Ma i politici non sanno stare zitti quando serve? Alla faccia dell'invito fatto ieri all'EXPO di Milano da Angelo Sticchi Damiani, presidente dell'ACI Italia di fare sistema tutti insieme...

Prossimo articolo Formula 1
Gp Italia 1993: due verità di un capottamento pauroso

Articolo precedente

Gp Italia 1993: due verità di un capottamento pauroso

Prossimo Articolo

Vettel si racconta in modo divertente a Tirendo

Vettel si racconta in modo divertente a Tirendo
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento Gran Premio d'Italia
Location Autodromo Nazionale Monza
Autore Franco Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie