Gp d'Italia: anche il Sindaco di Imola ora dice la sua

Gp d'Italia: anche il Sindaco di Imola ora dice la sua

Manca candida l'Enzo e Dino Ferrari a salvare la gara italiana se fallisse Monza. Intempestivo!

E tre! Dopo le sparate di Roberto Maroni, Governatore della Lombardia e Matteo Renzi, Presidente del Consiglio, mancava un altro politico che si esprimesse sul Gp d'Italia. E non si è dovuto attendere molto perché in redazione è arrivata puntuale la dichiarazione di Daniele Manca, Sindaco di Imola.

"L’attenzione del Presidente del Consiglio è un segnale importante per il mantenimento del Gp di Formula 1 in Italia. Imola è pronta a dare una mano. I ragionamenti che abbiamo fatto in questi mesi non avevano il fine di sostituire Imola a Monza, bensì quello di affiancarci nel comune obiettivo di continuare ad organizzare un Gp di Formula 1 nel nostro paese. Qualora non fosse possibile mantenerlo nella sua sede storica, noi siamo a disposizione, con la nostra storia e con i progetti che stiamo portando avanti per rendere l’Autodromo di Imola sede ideale di grandi eventi internazionali".

Un'uscita certamente lucida ma intempestiva che permette a Bernie Ecclestone di alzare il prezzo per il rinnovo del contratto. Ma i politici non sanno stare zitti quando serve? Alla faccia dell'invito fatto ieri all'EXPO di Milano da Angelo Sticchi Damiani, presidente dell'ACI Italia di fare sistema tutti insieme...

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Gran Premio d'Italia
Circuito Monza
Articolo di tipo Ultime notizie