Togninalli, il simbolo del ferrarista cresciuto in casa

Togninalli, il simbolo del ferrarista cresciuto in casa

L'ingegnere 37enne di Berbenno avrà la responsabilità degli ingegneri di pista della squadra di Maranello

La Ferrari nella gestione di Maurizio Arrivabene cerca di far crescere le figure interne della Gestione Sportiva. Se Jock Clear arriverà a Maranello per assumere il ruolo di direttore tecnico in pista, per lasciare più tempo a James Allison di sviluppare la macchina 2016 a casa, toccherà a Matteo Togninalli, 37enne di Berbenno (Sondrio), diventare il nuovo responsabile degli ingegneri di pista della squadra del Cavallino al posto dello spagnolo Toni Cuquerella.

Togninalli dopo una formazione universitaria al Politecnico di Milano è entrato al Centro Ricerche Fiat nel 2003 dove è rimasto fino al 2007 per passare alla Ferrari dove ha iniziato una trafila che lo ha portato a crescere nella stima dei vertici della squadra aggiungendo nel tempo diversi incarichi: da semplice ingegnere di pista è via via diventato colui che coordina il lavoro fra la pista e il reparto aerodinamico e l’ufficio tecnico, oltre a essere colui che analizza il livello della concorrenza.

Intanto il posto che è stato liberato da Giuliano Salvi, il veicolista di Kimi Raikkonen che andrà a rinforzare il remote garage di Maranello, è stato preso da Carlo Santi già attivo in Brasile. La Ferrari, quindi, sta valorizzando le sue risorse ridando a chi ci lavora quell’orgoglio di essere parte della nazionale del motore.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Gran Premio del Brasile
Circuito Interlagos
Piloti Kimi Raikkonen , Sebastian Vettel
Team Ferrari
Articolo di tipo Ultime notizie