Red Bull scommette sul nuovo motore della Renault

Ricciardo è la cavia nelle prove libere; la nuova unità migliora la guidabilità e riducendo il consumo delle gomme

Daniel Ricciardo monterà il motore Renault evoluzione dalle prove libere del Gp del Brasile. Il pilota australiano è curioso di vedere quale sarà il salto prestazione che deriverà dall'aver utilizzato undici dei dodici gettoni di sviluppo concessi alla Casa transalpina. Dopo un lungo tira-molla il team di Milton Keynes ha deciso di sperimentare la power unit francese e non è escluso, se le risultanza saranno positive, che anche Daniil Kvyat passi a questa unità prima delle qualifiche.

Le modifiche riguardano la testata, con un intervento nel disegno della camera di combustione, degli alberi a camme e dei condotti di aspirazione oltre alla sostituzione del pistone. Insomma, si tratta di interventi importanti che dovrebbero servire di base alla nascita del motore 2016.

Daniel Ricciardo è consapevole che dovrà pagare dieci posizioni in griglia di partenza a Interlagos, ma si tratta di un "sacrificio" necessario per valutare l'effettivo potenziale della Renault in previsione del 2016, dal momento che la squadra di Milton Keynes dovrebbe proseguire il rapporto con i francesi per un anno anche se con modalità diverse da oggi.

Non è escluso che la Red Bull Racing riceva una fornitura marchiata Mecachrome e non Renault, ma potrebbe mantenere le sponsorizzazioni di Infiniti e Total per portare a termine i contratti che sono in essere.
"Come Red Bull vogliamo sapere qual è il potenziale Renault - spiega Ricciardo - La squadra è ancora indecisa sul da farsi il prossimo anno, per cui questa è una buona occasione per scoprire se c'è qualcosa di positivo che ci induca a portare avanti la collaborazione anche il prossimo anno".  

Perché avete scelto Interlagos per montare questo motore?
"Perché non è un circuito che si adatta alle nostre caratteristiche: non crediamo di avere il potenziale per puntare al podio, per cui c'è ben poco da paredere. A due Gp dalla fine del campionato è giusto sciogliere i nodi cercando delle risposte alla nostre domande".

Quale dovrebbe essere il guadagno?
"Sono curioso di saperlo. Renault parla di uno o due decimi sul giro. E se dicono tra uno e due decimi, allora è probabilmente che l'incremento pretazionale sia più vicino a un decimo. Ma dovrebbe migliorare la guidabilità, per cui si dovrebbe ridurre l'usura sugli pneumatici, migliorando il passo in gara".

La scelta di motore è finalizzata a sfruttarlo al meglio ad Abu Dhabi?
"Credo che in questo weekend ci sia qualcosa da imparare proprio in funzione di Adu Dhabi, dove contiamo di fare bene. L'anno scorso abbiamo avuto un buon ritmo: partendo dalla pit lane sono arrivato quarto. Williams e Ferrari sono cresciute quest'anno, ma dovremmo essere vicini...".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Gran Premio del Brasile
Sub-evento Venerdì, prove libere 1
Circuito Interlagos
Piloti Daniel Ricciardo
Team Red Bull Racing
Articolo di tipo Intervista