Mercedes: a cosa serve il cerchio posteriore con i buchi?

Oltre a essere più leggero grazie ai raggi cavi, si possono anche scaldare prima le gomme

La Mercedes teme le variabili condizioni meteo del Belgio e si è preparata in maniera adeguata, anche se le previsioni non contemplano la pioggia che è una caratteristica tipica delle Ardenne. Nell'immagine Effe 1 Tech è possibile osservare i cerchi Advanti della W06 Hybrid al montaggio delle gomme Pirelli. Colpisce il fatto che ci siano almeno tre configurazioni diverse: in primo piano si può notare la ruota posteriore con i buchi, mentre più indietro si osservano versioni semplicemente chiuse e quelle trattate con il Polisyl.

Ovviamente a destare maggiore curiosità è il cerchio con i fori. Non bisogna affatto stupirsi perché i buchi coincidono con le razze che sono cave. Due i possibili vantaggi di questa scelta: alla maggiore leggerezza si può associare anche la possibilità di scaldare prima gli pneumatici. Come? L'aria che gonfia le gomme circola anche nelle razze del cerchio e i raggi sono investiti dall'aria calda che viene espulsa dal disco in carbonio, per cui si può favorire anche un riscaldamento del pneumatico all'inizio di un run da qualifica o di gara.

I cerchi forati non sono affatto una novità assoluta, visto che sono impiegati da diversi anni in Formula 1, ma è curioso notare come nel tempo possa cambiare la funzionalità dei singoli accessori di una monoposto...

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Gran Premio del Belgio
Circuito Spa-Francorchamps
Piloti Lewis Hamilton , Nico Rosberg
Team Mercedes
Articolo di tipo Ultime notizie