Red Bull multata di 10 mila euro per l'uscita di Kvyat

Il russo nel secondo turno di libere ha rischiato un pericoloso contatto con la Sauber di Nasr nella corsia dei box

Se Kimi Raikkonen se l'è cavata con 400 euro di multa per il mancato rispetto del limite di velocità in pit lane (83,5 km/h), non si può dire che sia andata a buon mercato alla Red Bull Racing. Daniil Kvyat, infatti, ha rischiato il contatto con la Sauber C34 di Felipe Nasr, mentre stava lasciando la sua piazzuola con la Red Bull RB11 durante la seconda sessione di prove libere.

Su segnalazione del direttore di corsa, il collegio dei commissari sportivi ha deciso di usare la mano ferma dal momento che la squadra di Milton Keynes non ha agito nella massima sicurezza nel far muovere il proprio pilota dalla piazzuola dei box, mentre stava già sopraggiungendo il brasiliano.

Sentite le parti, visti ripetutamente i filmati la squadra inglese è stata giustamente multata, mentre Daniil Kvyat se l'è scampata con una reprimenda anche se i giudici hanno ritenuto che il pilota non abbia mostrato sufficiente attenzione nella manovra. Il russo colleziona il suo secondo richiamo nel corso della stagione.

Reprimenda anche per Romain Grosjean che con la Lotus stava procedendo troppo lentamente alla curva 18 facendo poca attenzione che in piena velocità stava arrivando Nico Hulkenberg con la Forca India.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Gran Premio del Belgio
Circuito Spa-Francorchamps
Piloti Romain Grosjean , Daniil Kvyat
Team Red Bull Racing
Articolo di tipo Ultime notizie