F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Tecnica F.1: ecco come funziona una power-unit

Nell'animazione di Giorgio Piola è possibile capire qual è la funzione dei motori ibridi

Ecco come funziona una power - unit su una monoposto di Formula 1: nell'animazione che vi proponiamo, Giorgio Piola ha cercato di spiegare in termini molto semplici e stringati come interagiscono i motori ibridi con il 6 cilindri turbo a V di 90 gradi di 1600 cc. L'MGU-H è il motore elettrico montato davanti al turbocompressore che raccoglie l'energia del turbo ogni qualvolta la girante riduce il suo regime di rotazione (che può arrivare fino a 125 mila giri al minuto!). L'MGU-K (il vecchio KERS) che ora può erogare una potenza di 164 cv per 33" al giro si trova, invece, all'esterno della bancata di sinistra. Nella fase della frenata raccoglie energia che va alla batteria, mentre in accelerazione può essere usato per compensare il ritardo di risposta del turbo. Le squadre hanno messo a punto anche una strategia che permette di sfruttare l'MGU-K anche in massima velocità, utilizzando l'energia dell'MGU-H che si ricarica in pieno dritto con una minima riduzione del regime di rotazione nella marcia più alta: in questo caso la potenza elettrica non viene stoccata nella batteria, ma è istantaneamente disponibile per l'MGU-K, esulando dai 33" concessi dalle regole. La difficoltà sta nel capire in quale modo si devono integrare il motore termico e quelli elettrici. Appare evidente che poter sfruttare meglio le componenti ibride significa ridurre l'uso del propulsore endotermico, riducendo i consumi di benzina, senza penalizzare troppo le prestazioni. Chiedere alla Mercedes per dei chiarimenti...

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP del Brasile
Circuito Interlagos
Articolo di tipo Ultime notizie
Topic F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola