Todt: "Si lamenta solo chi sta perdendo"

Il presidente della Federazione duro con Ecclestone e Montezemolo, ma non chiude a modifiche

Todt:
Jean Todt è duro, durissimo. Ma non è irremovibile. Il presidente della FIA a colloquio con le televisioni italiane prende posizione contro gli attacchi che gli sono arrivati da Bernie Ecclestone e Luca di Montezemolo sull'esigenza di cambiare le regole della Formula 1 subito. "Questa non è la repubblica della banane - esordisce Todt - non si può venire qui alla FIA a chiedere di cambiare le regole perché c'è qualcuno che sta perdendo. Si lamentano quelli che non vincono: non ho sentito lamentele dai tedeschi, anche se non ho letto tutta la rassegna stampa. Ma ve lo immaginate se alla premier di un film l'attore principale dovesse dire che la pellicola fa schifo? Chi andrebbe al cinema a vedere il film? Ovviamente nessuno. E in Formula 1 ci troviamo nella situazione in cui gli attori principali si stanno lamentando dicendo che il film è brutto. E' inaccettabile...". Però ci sono dei problemi nel far capire la nuova F.1 al pubblico... "Sono disponibile a parlarne, ma non si cambiano le regole perché qualcuno non vince. Si possono trovare delle soluzioni, per esempio per migliorare il rumore, ma senza rivoluzioni...".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie