GP d'Austria F1: dimezzata la procedura di partenza

Analizziamo quale sarà il protocollo sanitario che gli addetti ai lavori del Circus dovranno rispettare a Spielberg. La formazione della griglia avverrà in 15 minuti. Dieci giornalisti in sala stampa ma senza accesso al paddock.

GP d'Austria F1: dimezzata la procedura di partenza

Arrivano alla spicciolata i dettagli relativi al nuovo protocollo redatto dalla FIA che gli addetti ai lavori della Formula 1 dovranno rispettare nelle prime gare (si spera che possano essere il minor numero possibile) del Mondiale.

Dopo mesi in cui il grande interrogativo è stato quello in merito alla partenza del campionato 2020, ora la domanda più gettonata è relativa al format dei weekend previsti nella fase Europea del calendario, ovvero Austria, Ungheria, Gran Bretagna, Spagna, Belgio e Italia.

In pista sarà rispettato il format abituale, nessuna novità rispetto a quanto visto lo scorso anno sia in gara-1 che nella seconda corsa programmata sette giorni dopo sempre sul Red Bull Ring.

Solo domenica la formazione della griglia di partenza avverrà in 15 minuti al posto degli abituali 30, non essendoci ospiti e Vip sullo schieramento, tutto il contesto sarà più snello e sarà limitato al limite il tempo di preparazione in un’area tendenzialmente affollata.

Sarà modificata anche la procedura che prevede la presenza dei piloti sulla linea di partenza durante l’inno nazionale, poiché saranno invitati a restare vicini alle rispettive monoposto. Il cerimoniale sul podio non dovrebbe invece subire variazioni, a parte il mantenimento delle distanze di sicurezza.

Durante il weekend sono garantiti degli spazi ‘media’ in cui i piloti comunicheranno in videoconferenza.

Solo una decina di giornalisti saranno ammessi in sala stampa, ma non avranno accesso al paddock né la possibilità di poter avere contatti con piloti ed addetti ai lavori.

Il gruppo (selezionato dalla FIA) dovrà garantire la copertura delle prime tre gare senza rientrare in sede, per lasciare poi spazio ad un secondo gruppo previsto per le successive tre gare.

Tutti gli addetti ai lavori, media inclusi, dovranno sottoporsi ad un test ‘tampone’ all’arrivo in pista, oltre ad un test sierologico da svolgersi non oltre 3 giorni prima della partenza per Spielberg.

Durante i weekend di gara e nella successiva settimana (che vedrà tutti gli addetti ai lavori restare negli hotel in attesa del secondo Gran Premio) dovrà essere rispettato un rigido protocollo che imporrà la permanenza negli alberghi (con qualche eccezione) e trasferimenti in circuito utilizzando un servizio di navette.

Come annunciato da tempo, nel paddock non saranno presenti le hospitality che le squadre utilizzano nelle tappe europee, ma solo i motorhome posizionati nel retro-box che fungono da supporto per il personale tecnico.

Ogni squadra disporrà di suoi spazi predefiniti, per evitare ogni possibilità di contatto tra il personale dei team, ed è previsto un servizio di catering comune, organizzato nelle ampie aree solitamente riservate al paddock club per garantire le misure minime di distanziamento.

Non saranno ammessi ospiti, anche se qualche testata giornalistica austriaca ha dato notizia di un invito che la Red Bull avrebbe inviato a Bill Gates, fondatore della Microsoft: potrebbe essere un’eccezione.

condivisioni
commenti
Imola: rinnovata l'omologazione della pista per la F1
Articolo precedente

Imola: rinnovata l'omologazione della pista per la F1

Prossimo Articolo

F1: Pirelli svela le mescole dei primi 8 GP. Sorpresa Silverstone

F1: Pirelli svela le mescole dei primi 8 GP. Sorpresa Silverstone
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021