Vettel: "La Ferrari usa il quinto motore ad Austin"

La squadra di Maranello monta un'unità uguale a quella di Monza ai due piloti e paga dieci posizioni in griglia

Alla fine la Ferrari ha deciso di utilizzare il quinto motore ad Austin. Non pare venga montato quello evoluzione con il basamento stretto che verrà riservato alla prossima stagione (specie se i regolamenti consentiranno di sviluppare anche quelle che sarebbero state le parti vietate come il monoblocco), ma un'unità identica a quella che ha debuttato al Gp d'Italia di Monza.

A ufficializzare la notizia è stato Sebastian Vettel: "Non è una sorpresa - ammette il tedesco - pagheremo dieci posizioni in griglia di partenza. Si tratta di una cosa che era stata programmata per cui non ci vedo niente di strano. Non è il segno che i motoristi non hanno fatto un buon lavoro, ma anzi nel corso della stagione abbiamo fatto un grande recupero. Abbiamo cercato di avere il migliore motore in ogni Gp della stagione. Credo che sia stata presa una giusta decisione".

L'incertezza era nata perché il tedesco si è trovato al secondo posto nel mondiale piloti davanti a Nico Rosberg, per cui erano state analizzate tutte le possibilità per evitare la penalizzazione. In realtà quella di Austin è una pista dove è possibile fare i sorpassi per cui la sostituzione ha senso che venga fatta ad Austin.

Lewis Hamilton vincendo negli USA può chiudere la partita del mondiale piloti 2015: sarà matematico se Vettel non arriverà al secondo posto. Con la sostituzione della power unit Ferrari si facilita il compito dell'inglese che ha in mano il primo match-ball, ma con il tedesco le sorprese non mancano mai...

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Gran Premio degli Stati Uniti
Sub-evento giovedì
Circuito Circuito delle Americhe
Piloti Kimi Raikkonen , Sebastian Vettel
Articolo di tipo Ultime notizie