Austin, Libere 1: Rosberg fa il vuoto sul bagnato

condivisioni
commenti
Austin, Libere 1: Rosberg fa il vuoto sul bagnato
Di: Franco Nugnes
23 ott 2015, 18:44

Il tedesco rifila più di un secondo alle Red Bull con Kvyat davanti a Ricciardo. Vettel è solo sesto

Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 W06
Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 W06
Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 W06
Nico Rosberg, Mercedes AMG F1 W06
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB11
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB11
Daniil Kvyat, Red Bull Racing RB11
Nico Rosberg, Mercedes AMG F1

Nico Rosberg ha fatto la differenza nella prima sessione di prove libere del Gp degli Stati Uniti: il tedesco è stato il più veloce con il tempo di 1'53"989 su una pista che era molto bagnata a inizio turno e che poi è andata via via asciugandosi, ma senza mai arrivare al punto di consentire l'uso delle gomme slick. A Nico sono bastate sette tornate per mettersi davanti a tutti con le intermedie (è stato anche autore di un innocuo dritto), mentre Lewis Hamilton si è limitato alla quinta posizione con appena quattro tornate completate e un distacco dal compagno di squadra di 1"7, preferendo non cercare guai...

Alle spalle della freccia d'argento ci sono due Red Bull Racing con Daniil Kvyat davanti a Daniel Ricciardo. Il russo è secondo con il tempo di 1'55"592 a 1"2 dalla vetta, con l'australiano più staccato di quattro decimi. Daniel nell'ultima tornata ha effettuato un test aerodinamico a velocità costante con un rastrello montato davanti alla pancia della RB11. In attesa che il team di Milton Keynes sciolga i dubbi sulla motorizzazione per il 2016, la monoposto dei "bibitari" si è rivelata competitiva sul bagnato, dove la potenza della power unit Renault conta di meno.

La conferma ci arriva dal quarto tempo di Carlos Sainz con la Toro Rosso capace di 1'55"667, davanti al campione del mondo Hamilton. E la Ferrari? Sebastian Vettel è sesto: il tedesco ha già girato con il nuovo motore (il quinto della stagione) e presenta alcuni aggiornamenti aerodinamici sulla SF15-T, mentre Kimi Raikkonen è ottavo a 2"337 dalla vetta: i tecnici di Maranello hanno fatto dei controlli sulla parte anteriore del telaio del finlandese, facendo velo con i meccanici perché i curiosi non guardassero la Rossa smontata.

Max Verstappen con la seconda Toro Rosso è settimo, mentre Fernando Alonso ha portato la McLaren alla nona piazza con il motore evoluzione della Honda: lo spagnolo ha rifilato sette decimi a Jenson Button che ha girato con la versione del 6 cilindri Turbo giapponese in versione standard. La top ten è completata da Valtteri Bottas con la Williams da sempre poco a suo agio sul bagnato.

Da segnalare la presenza di Raffaele Marciello sulla Sauber C34: l'italiano è il pilota che ha fatto più strada, concludendo 19. giri (con una buona simulazione di gara). La Lotus ha cambiato i piani che prevedevano Jolyion Palmer in macchina nel primo turno, ma l'ex campione di GP2 ha lasciato il posto a Romain Grosjean visto che si teme una pioggia battente per il secondo turno, mentre Pastor Maldonado ha coperto solo un giro con la E23 prima che un problema al cambio lo costringesse ai box.

L'americano Alexander Rossi con la Manor è stato davanti a Will Stevens di otto decimi nella sfida per evitare l'ultima posizione.

Prossimo articolo Formula 1
Hamilton: a Sochi l'ala era ostruita da murble di gomma

Articolo precedente

Hamilton: a Sochi l'ala era ostruita da murble di gomma

Prossimo Articolo

Power unit: veto Ferrari sul tetto dei costi di fornitura

Power unit: veto Ferrari sul tetto dei costi di fornitura
Carica commenti