Giovinazzi penalizzato di 10 secondi, ma resta decimo

Il pilota italiano è stato accusato di essere passato troppo vicino alla gru che spostava una monoposto incidentata. Il provvedimento dei commissari non cambia il risultato. Nessuna azione per il contatto fra Grosjean e Russell e per l'entrata di Raikkonen su Kvyat.

Giovinazzi penalizzato di 10 secondi, ma resta decimo

Si è beccato una penalità di dieci secondi sul tempo in gara, ma per fortuna non ha perso il punticino del decimo posto perché aveva un vantaggio su Romain Grosjean di 17”581. Antonio Giovinazzi almeno ha evitato la beffa al danno.

L’italiano è stato convocato dal collegio dei commissari sportivi perché durante l’esposizione della doppia bandiera gialla agitata per il crash della Williams di George Russell, il direttore di gara aveva ordinato a tutti i piloti di tenere la destra alla curva 8, dal momento che i commissari di percorso con una gru stavano spostando la monoposto incidentata.

 

Antonio ha spiegato che stava procedendo sufficientemente lento perché stava rispettando il suo delta time da SC, ma il collegio gli ha contestato di essersi avvicinato troppo alla gru che si stava muovendo e gli ha affibbiato una sanzione in tempo di 10 secondi che, per fortuna, non ha cambiato l’esito della gara ai sensi degli articoli 12.1.1.h e 12.1.1.i del Codice Sportivo della FIA.

Giovinazzi ha condotto una corsa da vero gladiatore visto che è arrivato a concludere il GP con lo sterzo piegato a causa del doppio contatto con Daniel Ricciardo al primo giro e poi nel nel corso del giro 35. Peccato che la squadra lo abbia tenuto in pista troppo a lungo con le gomme medie, facendolo finire nel traffico al giro 36, altrimenti avrebbe potuto completare il GP di Singapore all’ottavo posto.

L’Alfa Romeo non brilla nelle strategie che spesso penalizzano Antonio: per fortuna è stato chiamato una seconda volta ai box per montargli un treno di soft e, nonostante, i problemi ha portato a casa un altro risultato che fa muovere la classifica.

George Russell, Williams Racing FW42 dopo aver urtato il muro dopo il contatto con Grosjean

George Russell, Williams Racing FW42 dopo aver urtato il muro dopo il contatto con Grosjean

Photo by: Zak Mauger / LAT Images

È curioso notare che Giovinazzi è stato punito severamente (ma solo formalmente), mentre per il contatto fra Romain Grosjean e George Russell e quello fra Kimi Raikkonen e Daniil Kvyat al giro 50 non si siano presi dei provvedimenti. La nouvelle vague della FIA...

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing

Photo by: Sam Bloxham / LAT Images

 

condivisioni
commenti
Ferrari: il "ritorno" di Vettel coincide con la SF90 carica

Articolo precedente

Ferrari: il "ritorno" di Vettel coincide con la SF90 carica

Prossimo Articolo

Retroscena Mercedes: strategia sbagliata col timore gomme

Retroscena Mercedes: strategia sbagliata col timore gomme
Carica commenti
Ceccarelli: “Un meccanico al pit stop arriva a 165 battiti cardiaci” Prime

Ceccarelli: “Un meccanico al pit stop arriva a 165 battiti cardiaci”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina con Motorsport.com. In questa puntata del Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci parlano della necessità di avere un ingegnere di pista capace di leggere, oltre ai numeri, anche le situazioni di gara e la psicologia del pilota

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1 Prime

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1

Il fine settimana tra MotoGP e Formula 1 non è certo stato clemente con Maverick Vinales e la Ferrari. Lo spagnolo è stato, senza mezzi termini, autore del suo fine settimana peggiore da quando veste i colori Yamaha: ultimo al via, ultimo all'arrivo. Non è andata meglio alla Ferrari che, dopo le prime libere al Paul Ricard, si è vista sfilare praticamente da tutto lo schieramento, chiudendo lontana dalla zona punti e trovandosi con un distacco pesante dalla McLaren nel campionato costruttori

F1 Stories: Hesketh, l'antesignano del glamour in Formula 1 Prime

F1 Stories: Hesketh, l'antesignano del glamour in Formula 1

Il suo simbolo era un simpatico orsetto giallo, con tanto di casco. Rolls Royce, aerei privati, yacht, banchetti con aragoste e champagne: questo, e molto altro, era la Hesketh Racing. Ripercorriamo insieme la storia, e la prima vittoria, del team più stravagante e glamour della Formula 1.

Formula 1
22 giu 2021
La "Waterloo" Ferrari in Francia nella nostra animazione grafica Prime

La "Waterloo" Ferrari in Francia nella nostra animazione grafica

In questa nostra consueta animazione grafica, mettiamo in luce gli aspetti chiave del Gran premio di Francia di Formula 1. Oltre ovviamente alla prepotente vittoria di Verstappen, va evidenziato come le due Ferrari di sainz e Leclerc, con il passar del tempo, sprofondavano sempre più in classifica

Formula 1
21 giu 2021
Minardi: “Salvo Hamilton, sprofondano i ferraristi” Prime

Minardi: “Salvo Hamilton, sprofondano i ferraristi”

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio di Francia di Formula 1 corso sul tracciato del Paul Ricard. Ovviamente, sempre in compagnia di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi

Formula 1
21 giu 2021
Bobbi: "Gomme in overheating il motivo del disastro Ferrari" Prime

Bobbi: "Gomme in overheating il motivo del disastro Ferrari"

Andiamo ad analizzare insieme a Matteo Bobbi e Marco Congiu il Gran Premio di Francia di Formula 1 in questa nuova puntata del podcast Piloti Top Secret. Lewis Hamilton e Max Verstappen ci hanno regalato una gara intensa, dove a farla da protagonista è stata la gestione delle gomme. Chi ha pagato più di tutti sotto questo punto di vista è stata la Ferrari: ecco perché...

Formula 1
21 giu 2021
Chinchero: "La pista 'green' ha affossato le Ferrari" Prime

Chinchero: "La pista 'green' ha affossato le Ferrari"

In questa puntata podcast di Motorsport.com, Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano i fatti salienti del Gran Premio di Francia. Buon ascolto!

Formula 1
20 giu 2021
Formula 1: La griglia di partenza del GP di Francia Prime

Formula 1: La griglia di partenza del GP di Francia

Andiamo a scoprire la griglia di partenza del Gran Premio di Francia 2021: Max Verstappen parte dalla prima casella, precedendo le due Mercedes di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas.

Formula 1
20 giu 2021