Ghosn autorizza i motori Renault alla Red Bull Racing

Il CEO del Gruppo francese dà semaforo verde e chiude una telenovela. Avrà avuto la lettera di scuse?

Secondo il francese AutoHebdo il presidente di Renault, Carlos Ghosn, avrebbe dato finalmente l'ok alla fornitura dei motori francesi alla Red Bull Racing, dopo le violente polemiche che avevano portato alla rottura del contratto che legava il team di Milton Keynes con il marchio della Losanga. Un comunicato ufficiale è atteso a breve e metterà fine ad un tormentone che ha tenuto banco nel Circus nelle ultime settimane.

Si dice che Adrian Newey nell'attesa abbia portato a termine addirittura i disegni di quattro RB12 diverse, ciasuna adattata alle possibili motorizzazioni esistenti in F.1. La Renault, inoltre, starebbe valutando l'idea di ritardare di un anno il varo del team ufficiale, perché i vertici della Casa francese preferirebbero mantenere il nome Lotus per un anno onde mettere a riparo il ritorno del marchio transalpino da un eventuale propulsore poco competitivo.

Ci si domanda se Carlos Ghosn avrà ottenuto le scuse ufficiali dei "Bibitari" e la testa di Christian Horner, il team principal della Red Bull Racing, come capro espiatorio di una situazione che si sera fatta insostenibile...

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Daniel Ricciardo , Daniil Kvyat
Articolo di tipo Ultime notizie