Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie

F1 | Ford ammette: "F1 ora è interessante. Valutiamo se entrare"

Mark Rushbrook, direttore di Ford Performance, ha ammesso che la crescita di interesse sulla F1 rende la categoria particolarmente appetibile. Il marchio dell'ovale blu ci penserà.

Ford Chip Ganassi Racing paddock area e logo

Da alcuni anni Ford Performance, almeno in Europa, manca in via ufficiale. Certo, supporta M-Sport nel WRC aiutando il team di Dovenby Hall a preparare le Puma Rally1, ma sempre con il dovuto distacco. Coinvolti, sì, ma non troppo. Nel corso delle ultime ore, però, i vertici della sezione sportiva del marchio dell'Ovale Blu hanno aperto a un possibile interesse per ritornare in via ufficiale in Formula 1.

Ford Performance sarebbe in trattative avanzate con Red Bull per la creazione di un marchio legato alle power unit del team a partire dalla stagione 2026, ossia quando saranno introdotte le nuove regole che definiranno la nuova era del Circus iridato.

Le trattative tra le parti sarebbero così avanzate da indurre qualcuno a credere che l'accordo possa essere definito prima della prossima stagione. Al momento Ford ha evitato di pronunciarsi sulla questione, eppure ha ammesso che l'aumento di popolarità - da quando Liberty Media ha preso il controllo del massimo campionato a ruote scoperte - ha cambiato la percezione della categoria stessa.

 

Ecco perché ora Ford ha ammesso di non poter ignorare le sirene che arrivano dalla Formula 1. L'ultima volta in cui è stata coinvolta ufficialmente nel Circus iridato risale all'epoca in cui forniva i motori alla Jaguar, nei primi anni 2000. Dopo l'esperienza non positiva con il team britannico, ha preferito concentrarsi su altre realtà del motorsport.

Mark Rushbrook, direttore di Ford Performance, ha affermato che all'interno della sezione sportiva della Casa americana ci sono stati cambiamenti di pensiero e di filosofia: "La F1 è in forte crescita, sia negli Stati Uniti che a livello globale".

"Quello che hano fatto bene è stato creare grandi corse e grandi competizione. E' ancora l'apice, ma sono stati in grado di raggiungere un nuovo pubblico grazie a iniziative come Drive to Survive".

"Come azienda partecipiamo alle gare d'innovazione, trasferimento tecnologico, l'opportunità di apprendimento, ma anche per ragioni di marketing. Di sicuro la situazione è cambiata e va presa in considerazione".

Riguardo l'entrata in F1 dal 2026, Rushbrook ha dichiarato: "Non commentiamo le speculazioni, ma è la stessa cosa per tutte le serie che ci sono. E' nostra responsabilità studiarle, capirle, per poi decidere se ha senso o meno farle".

 

Un altro elemento che rende interessante la f1 è il passaggio a un carburante completamente sostenibili a partire dal 2026: "Il carburante sostenibile è qualcosa che sicuramente ci interessa, ma lo stiamo già facendo in altre serie".

"Il WRC lo prevede a partire dallo scorso anno, e per noi è stata una parte importante della storia e dell'apprendimento. I veicoli che vendiamo, in alcune regioni, passano all'elettrico più velocemente che in altre. Mentre in altre l'elettrico prenderà piede molto più avanti".

"Vogliamo essere sostenibili in quello che facciamo come azienda, non solo producendo auto elettriche ma anche essendo più sostenibili in tutti i modi. Sosteniamo tutte le serie che passano a un carburante più sostenibile".

General Motors, con il suo marchio Cadillac, potrebbe ottenere il via libera di correre in F1 con Andretti come 11esimo team. Ford potrebbe prendere impulso da questo per entrare a sua volta. Tuttavia, Rushbrook ritiene che l'operato di GM non sia strettamente legato ai piani di Ford.

Alla domanda se il coinvolgimento di GM avrebbe potuto cambiare qualcosa nei piani di Ford, Rushbrook ha concluso: "Non necessariamente. Ma sarà interessante vedere come si evolverà la situazione e se riusciranno a partecipare come 11esimo team".

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Ferrari: Leclerc e lo show fuori programma con i donuts
Prossimo Articolo F1 | Ferrari, Vasseur: "Affidabilità del motore sotto controllo"

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia