Kimi: "Ferrari? Non c'è più la politica del passato"

condivisioni
commenti
Kimi:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
08 nov 2015, 16:48

Nella conferenza stampa del Mugello, Kimi ha esternato la propria opinione sui recenti progressi del team

La Ferrari F150 di Kimi Raikkonen nel box
Kimi Raikkonen, Ferrari
Kimi Raikkonen, Ferrari SF15-T
Kimi Raikkonen, Ferrari SF15-T
Kimi Raikkonen, Ferrari SF15-T
Kimi Raikkonen, Ferrari and Sebastian Vettel, Ferrari
Kimi Raikkonen, Ferrari SF15-T con l'ala anteriore rotta
Kimi Raikkonen, Ferrari con i media
Kimi Raikkonen, Ferrari SF15-T

Kimi Raikkonen è spesso accreditato come un pilota magari polo loquace, però mai privo di spunti interessanti. Anche alle Finali Mondiali Ferrari 2015 del Mugello, il finnico ha voluto dire la propria riguardo la situazione interna al team di Maranello, divenuta molta differente rispetto alla sua prima esperienza in passato.

L'odierna gestione del team permette ai piloti e a tutto il personale di esprimersi al meglio. Anche in questo modo si può spiegare il grande passo avanti delle SF15-T nel corso della stagione, che hanno limato di gara in gara il gap che le separa dalle Mercedes W06 Hybrid. 

"Nel team non c'è la medesima politica che vigeva al suo interno in passato. Questo ci porta a lavorare bene. C'è un ottimo clima in Ferrari e anche se Sebastian e io lavoriamo con team differenti le buone relazioni al nostro interno ci permettono di dare il nostro meglio e speriamo di continuare a fare altrettanto bene".

Kimi non ha voluto esimersi dal parlare dell'evento toscano e, anche in questo caso, non si è prestato alle solite frasi fatte, ammettendo di avere ancora in mente e nel cuore l'edizione 2007 delle Finali Mondiali, quella del titolo mondiale. "Questo è sicuramente un giorno speciale per me perché, rispetto al passato, siamo in un paese diverso, più vicini ai nostri tifosi. Sicuramente rispetto allo scorso anno questa gornata è certamente più speciale. La location è fondamentale. Devo però dire che l'evento Finali Mondiali Ferrari che porto nel cuore è certamente quello del 2007, perché è stato l'anno in cui io ho vinto il titolo così come la Ferrari ha vinto nel Costruttori. Sicuramente questi sono giorni speciali per noi e sono sempre molto felice di prendervi parte. Inoltre ho un ottimo rapporto con il team e con la gente, per cui ho sempre sensazioni molto positive".

Non potevano mancare alcune considerazioni nei confronti del compagno di squadra, Sebastian Vettel: "Con Sebastian avevo un buon rapporto in passato e ora credo che le cose non siano cambiate di molto. Con il team ci troviamo bene e abbiamo un rapporto molto buono con tutti. Ora guardiamo avanti assieme per continuare a progredire. Abbiamo fatto davvero un'ottima stagione in questo 2015, ma siamo un top team e dobbiamo continuare a lavorre. Sono sicuro lo faremo nel migliore dei modi".

Per concludere, il campione del mondo 2007 ha smorzato ancora una volta le polemiche riguardanti il doppio incidente che ha coinvolto lui e il connazionale Valtteri Bottas negli ultimi due Gran Premi: "È successo e sono cose che nelle corse capitano e non credo proprio sia una questione di nazionalità. Sarebbe potuto accadere tranquillamente anche con altri piloti. Ha fatto scalpore perchè sono stati due incidenti tra connazionali, ma sono cose che succedono".

Prossimo articolo Formula 1
Vettel: "Da metà stagione fatto un grande passo avanti"

Articolo precedente

Vettel: "Da metà stagione fatto un grande passo avanti"

Prossimo Articolo

Marchionne: "Osceno pensare di dare i motori 2016"

Marchionne: "Osceno pensare di dare i motori 2016"
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Kimi Raikkonen Acquista adesso
Autore Giacomo Rauli
Tipo di articolo Ultime notizie