FIA rallenta i pit stop dall'Ungheria: servono tempi reazione umani

La Federazione Internazionale ha analizzato le soste degli ultimi GP per i cambi gomme e ha convenuto che certi tempi record sono possibili solo automatizzando alcune procedure. Il regolamento tecnico vieta che i sensori possano diventare attivi, per cui impone che si adottino tempi di reazione umani fra il momento in cui un meccanico stacca il cric e il pilota che riceva il semaforo verde per ripartire: ci vogliono almeno 0"2.

FIA rallenta i pit stop dall'Ungheria: servono tempi reazione umani

I pit stop sono troppo veloci e la FIA ha intenzione di rallentarli a partire dal GP d’Ungheria. La Federazione Internazionale ha monitorato i dati recenti e la sensazione che è emersa chiara dall’analisi dei numeri è che durante i cambi gomme ci sono tempi di reazione nelle varie manovre che lasciano intendere che il livello di automazione di certe procedure sia maggiore di quello concesso dalle regole in vigore.

La FIA, quindi, facendo valere i problemi di sicurezza che autorizzano la variazione delle regole in corsa, ha deciso di intervenire per dare un giro di vite, sostenendo che la sostituzione di quattro gomme in pit lane non sarebbe possibile in meno di due secondi, senza un’automazione sempre più spinta che consente di realizzare soste da record.

Il regolamento tecnico di F1 contiene un chiaro riferimento ai pit stop nel quale si afferma che i sensori devono agire in modo passivo.

L'articolo 12.8.4 specifica che: "I dispositivi utilizzati per montare o rimuovere i dadi di fissaggio delle ruote possono essere alimentati solo da aria compressa o azoto. Qualsiasi sistema di sensori può agire solo passivamente".

I commissari tecnici non temono tanto il mancato rispetto della prima parte dell’articolo, quanto la seconda, sostenendo che l’allargamento di procedure automatiche possa aumentare i pericoli durante le soste.

L’azione della Federazione Internazionale non è finalizzata in particolare contro nessuno, ma in una nota inviata a tutti i team prima del GP di Stiria, si specifica che dalla gara di Budapest in agosto le procedure dei pit stop dovranno avere delle tolleranze tali da consentire tempi di reazione umani.

Si parla di 0”15 dal momento in cui è stato fatto il serraggio di un dado con la pistola al momento in cui si toglie il martinetto per rilasciare la vettura e sono richiesti 0”2 dal momento in cui il martinetto viene abbassato a quando il pilota riceve il segnale per ripartire.

Questi numeri sono frutto di un’attenta analisi, partendo, per esempio, dal tempo di reazione dei piloti al via nel momento in cui si spengono le luci dei semafori. Se un conduttore parte prima di 0”2 dallo spegnimento delle luci, significa che ha anticipato lo start e potrebbe subire un provvedimento per falsa partenza.

Per i pit stop la FIA si vuole allineare a quei valori: “Per ragioni di sicurezza – si spiega nella nota – ci aspetteremmo che lo scarto minimo fra l’inizio della procedura di sgancio del cric e il segnale verde al pilota sia di almeno 0”2".

La FIA ha deciso di consentire tre GP alle squadre per adeguare le proprie procedure, lasciando loro la possibilità di intervenire sui pit stop con il tempo necessario.

condivisioni
commenti
Piola: "La Mercedes scarica le ali della W12 in Austria"

Articolo precedente

Piola: "La Mercedes scarica le ali della W12 in Austria"

Prossimo Articolo

Perez: "Voglio chiudere presto il rinnovo, temo le attese"

Perez: "Voglio chiudere presto il rinnovo, temo le attese"
Carica commenti
Ceccarelli: "La sosta aiuta: più tecnica, meno tecnicismi" Prime

Ceccarelli: "La sosta aiuta: più tecnica, meno tecnicismi"

In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano i molteplici fatti che hanno caratterizzato il Gran Premio d'Ungheria. Tra questi, anche la "guerra di nervi" innescata da Lewis Hamilton nei confronti di Max Verstappen, suo diretto contendente al titolo. A chi gioverà di più la pausa estiva? Lo scopriremo in Belgio.

Squalifica Vettel: ecco perché Aston Martin crede nell'appello Prime

Squalifica Vettel: ecco perché Aston Martin crede nell'appello

Vettel è stato squalificato dal GP d'Ungheria per non aver avuto il litro necessario nel serbatoio a fine gara. Aston Martin medita il ricorso puntando il dito contro le pompe d'aspirazione del carburante usate in verifica. Ecco cos'è successo nel weekend e cosa potrà succedere nelle prossime ore...

GP d'Ungheria: Hamilton, rimonta da leader del mondiale Prime

GP d'Ungheria: Hamilton, rimonta da leader del mondiale

Andiamo a ripercorrere tutte le emozioni del Gran Premio di Ungheria nella nostra ricostruzione grafica. Dopo il caos della prima partenza e l'indecisione della Mercedes nel cambiare gomme ad Hamilton, l'inglese si è lanciato nella rimonta che lo ha portato al terzo gradino del podio

Formula 1
2 ago 2021
Minardi: "Alonso un maestro, Bottas e Stroll disastrosi" Prime

Minardi: "Alonso un maestro, Bottas e Stroll disastrosi"

Il Gran Premio d'Ungheria, oltre alle sorprese e ai colpi di scena continui, ha regalato tanti promossi e altrettanti bocciati. Ecco le pagelle del weekend ungherese stilate e commentate da Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi.

Formula 1
2 ago 2021
Bobbi: "Ora Verstappen è mentalmente sottoterra" Prime

Bobbi: "Ora Verstappen è mentalmente sottoterra"

In questa puntata di Piloti Top Secret, Matteo Bobbi e Marco Congiu analizzano il Gran Premio d'Ungheria di Formula 1 dove si può essere invertita l'inerzia del Mondiale. Lewis sta lontano dai guai e, nonostante strategie discutibili, chiude terzo. Verstappen, invece, è vittima di un secondo incidente e chiude in decima posizione

Formula 1
2 ago 2021
Chinchero: "Alonso? Non so quanto volesse aiutare Ocon" Prime

Chinchero: "Alonso? Non so quanto volesse aiutare Ocon"

In questa nuova puntata podcast di Motorsport.com, Roberto Chinchero e Giacomo Rauli commentato il Gran Premio d'Ungheria. Buon ascolto!

Formula 1
1 ago 2021
GP d'Ungheria: Hamilton in pole, ma occhio a Max Prime

GP d'Ungheria: Hamilton in pole, ma occhio a Max

Lewis Hamilton ha conquistato la pole position numero 101 della carriera in occasione del GP d'Ungheria. L'inglese scatta davanti al compagno di team, Valtteri Bottas, mentre Max Verstappen è terzo: ma attenti all'olandese, che partirà con gomma Soft...

Formula 1
1 ago 2021
Bobbi: "Max parte sulla Soft, gara d'azzardo a due soste" Prime

Bobbi: "Max parte sulla Soft, gara d'azzardo a due soste"

In questa puntata di Piloti Top Secret, andiamo ad analizzare le qualifiche del Gran Premio d'Ungheria di Formula 1 in compagnia di Matteo Bobbi e Marco Congiu. Lewis Hamilton conquista la pole numero 101 della carriera davanti al compagno Mercedes Valtteri Bottas ed alla Red Bull di Verstappen

Formula 1
31 lug 2021