Formula 1
G
GP del Bahrain
19 mar
-
22 mar
07 mag
-
10 mag
21 mag
-
24 mag
G
GP d'Azerbaijan
04 giu
-
07 giu
FP1 in
107 giorni
G
GP del Canada
11 giu
-
14 giu
FP1 in
115 giorni
02 lug
-
05 lug
FP1 in
135 giorni
G
GP di Gran Bretagna
16 lug
-
19 lug
FP1 in
150 giorni
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
FP1 in
163 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
FP1 in
191 giorni
03 set
-
06 set
FP1 in
198 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
212 giorni
24 set
-
27 set
Prossimo evento tra
218 giorni
08 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
232 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
246 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
253 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
267 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
281 giorni

Ferrari: Vettel non aveva visto il pannello luminoso

condivisioni
commenti
Ferrari: Vettel non aveva visto il pannello luminoso
Di:
Co-autore: Jonathan Noble
18 ott 2019, 11:09

Al tedesco era sfuggito il pannello di segnalazione luminoso che ha anticipato di un giro la fine del GP del Giappone: "Sarebbe giusto che comunque la corsa finisca con una bandiera a scacchi. Sul display era indicato che mancava un giro e nel dubbio ho preferito non rallentare".

Nessuno dei piloti Ferrari aveva visto il pannello che si è illuminato con la bandiera a scacchi un giro prima della distanza prevista nel GP del Giappone, tanto che Sebastian Vettel e Charles Leclerc, consigliati via radio dalla squadra, hanno continuato a tirare anche nel 53esimo giro di gara, nonostante la corsa sia stata dichiarata conclusa al passaggio della 52esima tornata.

Le regole sportive della F1 stabiliscono che se la bandiera a scacchi dovesse essere agitata prima che la macchina al comando della corsa abbia completato il numero di giri previsto, la gara si considererà terminata quando la vettura di testa avrà taagliaato il traguardo dopo aver visto la segnalazione.

Motorsport.com ha chiesto a Sebstian Vettel cosa abbia pensato a Suzuka e scherzando il tedesco ha ammesso che "…non ero il solo a sperare che la gara finisse presto” dal momento che il ferrarista, secondo, era braccato dalla Mercedes di Lewis Hamilton...

"Dal punto di vista del pilota la situazione era molto chiara visto che non c'era una bandiera a scacchi - ha detto il pilota Ferrari – abbiamo la tabella che ci fornisce le informazioni sui giri ancora da percorrere, e anche sul display del volante possiamo vedere quanti giri mancano alla fine”.

"Ho visto che mancava una tornata, mentre via radio ho ricevuto la chiamata che mi diceva che sarebbe stato l'ultimo giro, insomma c'era un po’ di confusione perché era stato acceso un pannello luminoso in anticipo e nel dubbio ci hanno detto di continuare”.

"Non sapevo cosa fosse successo, ma in macchina non c’è stato alcun problema perché si è vista sventolare una bandiera a scacchi".

Vettel ha affermato che la bandiera a scacchi è il segnale che ai piloti indica la fine della corsa…
"Abbiamo avuto un problema in Canada l’anno scorso quando la bandiera era stata sventolata troppo presto. Ora, da quello che ho capito, conta anche se viene acceso un pannello. Ma penso che dovrebbe essere comunque seguito dall'esposizione di una bandiera a scacchi. Quindi se c’è uno sbaglio, noi piloti sappiamo che dobbiamo rallentare perché vediamo la bandiera a scacchi”.

Mattia Binotto, ha spiegato che la Ferrari ha immediatamente incaricato i suoi piloti di continuare a correre fino alla fine del giro l’esposizione della bandiera a scacchi sul pannello luminoso.

"Il fatto non ha condizionato il risultato - ha detto Binotto – ma c’è qualcosa da rivedere con la FIA sul versante del regolamento sportivo, per migliorare in futuro".

Scorrimento
Lista

I semafori e la bandiera a scacchi segnalano la fine della gara

I semafori e la bandiera a scacchi segnalano la fine della gara
1/13

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90

Sebastian Vettel, Ferrari SF90
2/13

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari

Sebastian Vettel, Ferrari
3/13

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Il vincitore della gara Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1 e Sebastian Vettel, Ferrari, festeggiano sul podio con lo champagne

Il vincitore della gara Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1 e Sebastian Vettel, Ferrari, festeggiano sul podio con lo champagne
4/13

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90

Sebastian Vettel, Ferrari SF90
5/13

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90

Sebastian Vettel, Ferrari SF90
6/13

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari

Sebastian Vettel, Ferrari
7/13

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari festeggia sul podio con il trofeo

Sebastian Vettel, Ferrari festeggia sul podio con il trofeo
8/13

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90

Sebastian Vettel, Ferrari SF90
9/13

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari

Sebastian Vettel, Ferrari
10/13

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90

Sebastian Vettel, Ferrari SF90
11/13

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari SF90

Sebastian Vettel, Ferrari SF90
12/13

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Meccanici della Ferrari preparano l'auto di Sebastian Vettel, Ferrari SF90, in garage

Meccanici della Ferrari preparano l'auto di Sebastian Vettel, Ferrari SF90, in garage
13/13

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Prossimo Articolo
Regole 2021: si è cercato un compromesso in alto

Articolo precedente

Regole 2021: si è cercato un compromesso in alto

Prossimo Articolo

“Ayrton Magico, l'anima oltre i limiti” in mostra al Museo Costa di Imola

“Ayrton Magico, l'anima oltre i limiti” in mostra al Museo Costa di Imola
Carica commenti