Formula 1
12 mar
-
15 mar
Evento concluso
21 mag
-
24 mag
G
GP del Canada
11 giu
-
14 giu
02 lug
-
05 lug
FP1 in
106 giorni
G
GP di Gran Bretagna
16 lug
-
19 lug
FP1 in
120 giorni
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
FP1 in
134 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
FP1 in
162 giorni
03 set
-
06 set
FP1 in
169 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
183 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
FP1 in
218 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
225 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
239 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
253 giorni
F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Ferrari: si lavora anche sul terzo elemento della sospensione

condivisioni
commenti
Ferrari: si lavora anche sul terzo elemento della sospensione
Di:
Co-autore: Giorgio Piola
30 ago 2019, 07:59

La squadra del Cavallino a Spa ha portato un'ala posteriore molto scarica confidando che basti alla SF90 per essere competitiva, tanto che il debutto del motore 3 è stato programmato per Monza. In realtà nella sospensione anteriore si sviluppa il terzo elemento per migliorare il T2.

Niente motore evoluto che è stato programmato per Monza e solo un aggiornamento di ala posteriore molto scarica per la Ferrari a Spa. A giudicare dalle evoluzioni portare in Belgio la squadra del Cavallino si sente piuttosto sicura di fare bella figura con la SF90 che si dovrebbe adattare perfettamente alle caratteristiche della pista che si snoda nei boschi delle Ardenne e dove i motori stanno al 79% del giro con l'acceleratore full gas.

Ferrari SF90, dettaglio dell'ala posteriore per Spa

Ferrari SF90, dettaglio dell'ala posteriore per Spa

Photo by: Giorgio Piola

La Rossa è una macchina che ha rivelato dalla nascita un'eccellente efficienza aerodinamica con una bassissima resistenza all'avanzamento che le ha permesso di raggiungere le più alte velocità massime. Questa particolarità, che però costa in termini di carico aerodinamico, associata a quello che universalmente viene riconosciuto come il motore più potente dovrebbe consentire alla Ferrari di nutrire buone speranze per conquistare la prima vittoria a Spa o a Monza.

Ferrari SF90, ali anteriori

Ferrari SF90, ali anteriori

Photo by: Erik Junius

In realtà nel team di Maranello non si cullano troppo nelle illusioni e tengono i piedi ben saldati per terra: tanto Sebastian Vettel che Charles Leclerc hanno ricordato nelle interviste che in Ungheria, l'ultimo GP prima della sosta estiva, la SF90 aveva pagato un distacco di un minuto da Mercedes e Red Bull, vale a dire il divario più grande dell'intera stagione.

Sebastian Vettel, Ferrari SF90 in Ungheria

Sebastian Vettel, Ferrari SF90 in Ungheria

Photo by: Zak Mauger / LAT Images

La Rossa, oltre ad accusare una carenza di downforce, ha mostrato all'Hungaroring una preoccupante usura delle gomme dovuta al surriscaldamento. E siccome ci sono ancora nove GP da disputare i tecnici di Maranello hanno messo mano alla sospensione anteriore nel tentativo di migliorare il comportamento degli pneumatici che sulla SF90 fanno fatica a lavorare nella giusta finestra di funzionamento.

In Germania la Ferrari aveva mostrato di essere competitiva, sebbene la pista avesse nel Motodrom un tratto molto guidato ostico, grazie a diverse regolazioni della sospensione anteriore (diverse altezze e rigidezze delle barre per un set up meno estremo). Ora si sarebbe lavorato sul terzo elemento.

Si tratta di solo di una piccola evoluzione di quanto si è notato fino a ora, anche se precede la sospensione a controllo idraulico che la Scuderia adotterà sulla macchina 2020. Sarà interessante scoprire se la SF90 riuscirà a essere competitiva anche nel T2 di Spa, vale a dire il tratto più guidato di Spa dove le Mercedes hanno sempre dettato legge.

Ferrari SF90, dettaglio della sospensione anteriore di Spa

Ferrari SF90, dettaglio della sospensione anteriore di Spa

Photo by: Erik Junius

Nel Reparto Corse sono impegnatissimi: oltre a portare avanti lo sviluppo della monoposto odierna (a Singapore è atteso un importante pacchetto da alto carico aerodinamico) gli ingegneri lavorano al progetto 2020 e hanno cominciato a studiare le macro-aree del regolamento 2021 (che non è stato ancora definito in molti aspetti).

Nonostante ciò la Ferrari non molla la tensione sulla SF90, una macchina che non sempre riesce a esprimere il suo vero potenziale: siccome con Spa inizia la seconda parte della stagione dopo le vacanze estive, i tecnici del Cavallino tengono le orecchie basse, ma non vogliono rinunciare a fare bella figura nei 9 GP che restano nel calendario e cercano di correggere i difetti congeniti della Rossa lavorando molto di più sulla simulazione e le regolazioni di set-up. Basterà?

Prossimo Articolo
F1 2019: Come si affronta il Gran Premio del Belgio?

Articolo precedente

F1 2019: Come si affronta il Gran Premio del Belgio?

Prossimo Articolo

LIVE F1, GP del Belgio: Libere 1

LIVE F1, GP del Belgio: Libere 1
Carica commenti