F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Ferrari SF1000: nuovo cestello per soffiare di più

La Scuderia non ha entusiasmato per le scelte di progetto della parte anteriore della SF1000, ma la prima giornata di test a Barcellona ci mostra lo studio molto accurato dei passaggi d'aria nel cestello dei freni anteriore per aumentare il soffiaggio.

Ferrari SF1000: nuovo cestello per soffiare di più
Carica lettore audio

La Ferrari SF1000 sta girando con regolarità nella prima giornata di test a Barcellona con Charles Leclerc. La Rossa non ha entusiasmato per le sue forme anteriori che sono parse meno estreme di Mercedes e Red Bull, ma le applicazioni dei tecnici del Cavallino sono molto ricercate.

Nell’immagine Giorgio Piola possiamo osservare il cestello dei freni anteriore: la prima cosa che si nota è la presa d’aria più grande. La superficie è cresciuta non tanto per aumentare il raffreddamento dell’impianto Brembo, quanto per incrementare la portata del flusso che deve soffiare al di fuori del cerchio per riprodurre in modo sempre più efficace l’effetto (vietato) del mozzo soffiato.

Il cestello della SF1000 è molto ricercato nella forma a fungo centrale nel tentativo di aumentare la portata di aria fresca sia fra i fori della campana del cerchio che attraverso gli specifici condotti in carbonio utile a deviare i flussi che arrivano all’esterno della ruota anteriore dall’ala outwash.

Questo concetto aerodinamico è in contrasto con le scelte portate avanti dalla Mercedes che preferisce l’upwash. Sotto, ecco la presa d'aria della W1 e il cestello che evidenzia un grande condotto d'aria nella parte superiore.

Mercedes W11: ecco la presa dei freni e il cestello in carbonio che mostra un condotto superiore

Mercedes W11: ecco la presa dei freni e il cestello in carbonio che mostra un condotto superiore

Photo by: Giorgio Piola

condivisioni
commenti
GP della Cina con un weekend solo di due giorni a novembre?
Articolo precedente

GP della Cina con un weekend solo di due giorni a novembre?

Prossimo Articolo

Renault R.S.20: l'idea del muso è interessante

Renault R.S.20: l'idea del muso è interessante