Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie

F1 | Ferrari: nel 2025 pull rod anteriore per Leclerc e Hamilton?

La Scuderia l'anno prossimo non si limiterà ad un aggiornamento della rossa che ha vinto a Monte Carlo. Vasseur ha ammesso che è stato dato il via allo studio della macchina 2025: avrà un nuovo telaio per ospitare le sospensione anteriore pull e per spostare ancora il pilota nell'abitacolo. Charles e Lewis potranno sfidare la Red Bull?

Charles Leclerc, Ferrari SF-24

La Ferrari ci crede. L’obiettivo mondiale non è fissato per il 2026 quando in F1 entreranno in vigore le nuove regole. A Maranello ci sarebbe la voglia di anticipare i tempi. La vittoria di Charles Leclerc a Monte Carlo aiuta a galvanizzare una squadra che ha trovato un’identità di vedute intorno al suo team principal. Il transalpino ha costruito uno staff molto coeso nel quale tutti tirano dalla stessa parte, esprimendo un potenziale che troppo a lungo è rimasto nascosto nei meandri della Gestione Sportiva.

A Imola il manager francese aveva spiegato che i programmi della Scuderia procedono su tre piani che viaggiano in parallelo, ma con tempi diversi. Difficile da fuori dire cosa sia prioritario. La sensazione è che ci sia tantissima carne al fuoco con obiettivi differenziati…

Frederic Vasseur, Team Principal e Direttore Generale, Scuderia Ferrari

Frederic Vasseur, Team Principal e Direttore Generale, Scuderia Ferrari

Foto di: Ferrari

“Per quanto riguarda la percentuale – ha spiegato Vasseur -, è abbastanza difficile trovare un numero preciso. Una parte della squadra lavora sui prossimi aggiornamenti che vedremo durante questa stagione, un’altra è già concentrata sulla monoposto del prossimo anno. Abbiamo già dato il via alla macchina 2025. In più c’è il lavoro già partito da tempo sulla power unit 2026, mentre per quanto riguarda telaio e aero possiamo ipotizzare qualche concetto e nulla di più, visto che non c’è ancora il regolamento”.

Il prossimo pacchetto aerodinamico è incardinato per Silverstone (mentre inizialmente era programmato in Ungheria) e nel frattempo vedremo apparire altre due ali posteriori, dopo quella di alto carico che abbiamo visto debuttare nel Principato. Una versione più scarica la vedremo già in Canada, mentre la versione intermedia apparirà in Spagna.

Questi sono i piani immediati, ma Enrico Cardile ha destinato una cellula di ingegneri alla definizione della SF-25. A inizio anno si era detto che la rossa del prossimo anno sarebbe stata una vettura derivata dalla SF-24, per dirottare la maggior parte del budget alla monoposto 2026 che si inizierà a studiare dal 1° gennaio con il contributo di Loic Serra, l’ex Mercedes, che sarà operativo a Maranello da ottobre, ma la verità che sta emergendo è un’altra: Vasseur ha dato l’ok a rifare la scocca del prossimo anno.

I tecnici del Cavallino sono convinti di aver compreso appieno come far funzionare una monoposto a effetto suolo e sono sicuri che sia necessario mettere mano al progetto per trarre il massimo potenziale da questo regolamento.

Confronto tra la Ferrari SF16 H tornata alla sospensione push rod e la SF15-T che era dotata del pull rod di cui si riparla per il 2025

Confronto tra la Ferrari SF16 H tornata alla sospensione push rod e la SF15-T che era dotata del pull rod di cui si riparla per il 2025

Foto di: Giorgio Piola

La prima notizia è che la Ferrari, dopo anni di stabilità, potrebbe passare alla sospensione anteriore pull-rod, iniziando un ciclo di lavoro su questo tema che potrebbe essere propedeutico anche al 2026. E del resto tanto Red Bull RB20 che McLaren MCL38 adottano già questa soluzione. Non si tratta di un esercizio nuovo per Maranello visto che la SF15-T nel 2015 adottava il tirante in lungo del puntone. L’esigenza non è tanto meccanica, quanto aerodinamica, utile a far lavorare meglio i flussi destinati ai canali Venturi.

Ma invertire il disegno della sospensione anteriore impone che si rifaccia il telaio visto che necessitano nuovi attacchi alla scocca con lo spostamento dei cinematismi interni verso il pavimento dello chassis, traendo un vantaggio anche nell’abbassamento dei pesi sull’avantreno.

Stando alle indiscrezioni, inoltre, verrebbe ritoccata anche la posizione del pilota a vantaggio di una rimodulata distribuzione dei pesi. Questo è il segno più evidente che la Ferrari ha lanciato un piano ambizioso che potrebbe portarla a lottare per il titolo Costruttori nel 2024 e magari provare ad alzare la soglia nel 2025, quando a Charles Leclerc si affiancherà Lewis Hamilton.

L’inglese vorrebbe giocarsi la chance di diventare il primo pilota a conquistare otto titoli e sa che il suo tempo in F1 sarà destinato a finire presto per cui dovrà cercare di raccogliere il massimo risultato il prima possibile. La Ferrari, insomma, sembra pronta a tirare fuori le unghie anche in attesa che Adrian Newey decisa se accettare l’offerta del Cavallino oppure no…

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Alpine, clima esplosivo. Gasly: "Ocon, così non va. Deve cambiare"
Prossimo Articolo F1 | Monaco al ritmo di una F2: le sfide di una gara così lenta

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia