F1 | Ferrari: Mekies chiede pene severe per le violazioni dei costi

Il direttore sportivo del Cavallino ha espresso la posizione di Maranello sulle presunte violazioni del budget cap da parte di Red Bull e Aston Martin: il francese chiede una dura presa di posizione della FIA se le irregolarità saranno confermate perché le regole devono essere uguali per tutti.

F1 | Ferrari: Mekies chiede pene severe per le violazioni dei costi
Carica lettore audio

Toto Wolff e Christian Horner hanno parlato. Mattia Binotto ha preferito tacere sul bubbone budget cap. La Ferrari ha parlato per voce di Laurent Mekies, direttore sportivo del Cavallino, chiedendo alla FIA che vengano adottate le “massime sanzioni” a qualsiasi squadra di Formula 1 che abbia violato le regole sul limite dei costi.

Certo alla Gestione Sportiva non hanno dimenticato le parole al vetriolo di Max Verstappen quando a fine 2019 senza giri di parole dichiarò che la “… Ferrari aveva barato con il motore”, prima che la squadra di Maranello siglasse il famigerato accordo segreto con la FIA grazie al quale fu messo un coperchio tombale su una presunta irregolarità sulla power unit, mai provata fino in fondo.

Ora lo scenario è cambiato perché la Red Bull e l’Aston Martin avrebbero violato il muro dei 145 milioni di euro spendibili nel campionato 2021: il 5 ottobre sapremo ufficialmente dalla FIA quali sono le squadre che non hanno rispettato il regolamento finanziario.

Carlos Sainz, Ferrari F1-75

Carlos Sainz, Ferrari F1-75

Photo by: Glenn Dunbar / Motorsport Images

"Ora non è più un segreto che due squadre abbiano infranto il budget cap 2021, una in modo significativo, l'altra meno. Riteniamo questa situazione molto grave e ci aspettiamo una gestione esemplare da parte della FIA – attacca Mekies -. Ci fidiamo al 100% della Federazione visto che ha preso diverse posizioni forti negli ultimi mesi”. 

“Ci aspettiamo severità e trasparenza per poter gareggiare tutti con le stesse regole, dal momento che le implicazioni sulle prestazioni della vettura sono state enormi. L’importante è stabilire lo sforamento, perché le regole devono essere uguali per tutti. Poi bisognerà capire che implicazioni ci sono state anche nel 2022 e tendenzialmente nel 2023”.

"Mettendo da parte le eventuali pene, l'aspetto importante è che la FIA possa stabilire se c'è stata una spesa eccessiva”.

Se la Red Bull dovesse essere dichiarata colpevole nella violazione del budget cap, le sanzioni che la FIA potrebbe applicare potrebbero arrivare da una multa fino all’esclusione dal campionato. Un ruolo difficile per Ben Sulayem, anche perché l’assegnazione del titolo 2021 a Max Verstappen aveva scatenato polemiche ciclopiche ed effetti che non si sono ancora spenti del tutto.

È difficile che si possa arrivare a incrinare la credibilità della F1, ma è indubbio che questo mondo deve preservare una sua credibilità di fronte al grande pubblico…
“Comprendiamo le difficoltà, tuttavia, per noi è importante che le regole vengano rispettate e se vengono infrante, ci devono sanzioni dure. E se non ci saranno provvedimenti in retrospettiva per il passato che valgano per il futuro”.

Leggi anche:
condivisioni
commenti
F1 | De Vries ha firmato con l'AlphaTauri, Gasly andrà all'Alpine
Articolo precedente

F1 | De Vries ha firmato con l'AlphaTauri, Gasly andrà all'Alpine

Prossimo Articolo

LIVE Formula 1 | Gran Premio di Singapore, Libere 3

LIVE Formula 1 | Gran Premio di Singapore, Libere 3