Formula 1
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
28 nov
-
01 dic
Evento concluso

Ferrari: le novità da alto carico rilanciano Vettel?

condivisioni
commenti
Ferrari: le novità da alto carico rilanciano Vettel?
Di:
18 set 2019, 13:17

A Singapore la squadra del Cavallino porta un importante pacchetto aerodinamico da alto carico: sono state riviste ala anteriore e posteriore, fondo e estrattore. A Maranello contano di avvicinarsi a Mercedes e Red Bull anche nel cittadino di Marina Bay e Seb potrebbe beneficiarne.

La Ferrari dopo le due vittorie di Spa e Monza con Charles Leclerc, porta a Singapore un importante pacchetto aerodinamico da alto carico nella speranza di dare continuità ai risultati anche su una pista come quella di Marina Bay nella quale la SF90 dovrebbe tornare a soffrire come ha fatto in Ungheria.

Enrico Cardile e il capo aerodinamico David Sanchez hanno varato molte novità per incrementare la downforce nel tentativo di ridurre la mancanza di grip nelle curve lente che penalizza la Rossa.

L’obiettivo è di ridurre il gap da Mercedes e Red Bull nella consapevolezza che tutto quello che è stato trovato di positivo può essere riportato sulla macchina 2020 che sta nascendo sulle stesse regole di questa stagione.

Nessuno se la sente di pronosticare prestazioni brillanti, ma c’è la consapevolezza di aver lavorato sodo sulla Rossa per evitare la figura meschina rimediata all’Hungaroring.

La Ferrari alle verifiche di domani porterà una nuova ala anteriore con diversi profili in grado di dare una maggiore spinta verticale, contribuendo, quindi, a mandare prima in temperatura le gomme anteriori nella speranza di farle funzionare nella giusta finestra di utilizzo.

Ovviamente la squadra del Cavallino non abdica alla filosofia outwash (portare i flussi all’esterno della ruota anteriore), ma cerca di dare più stabilità all’anteriore nella speranza di ridurre il sottosterzo congenito.

L’avere un avantreno più carico permetterà ai tecnici di bilanciare la monoposto con un’ala posteriore più incidente che beneficerà anche di alcuni interventi nell’estrattore. Modifiche sono previste anche nel fondo, particolare che nel corso della stagione non ha dato sempre quello che a Maranello avevano visto al CFD e in galleria del vento.

Le modifiche dovrebbero consentire anche un centro di pressione aerodinamica leggermente diverso che andrebbe incontro alle esigenze di guida di Sebastian Vettel.

Il tedesco gradisce una monoposto con il retrotreno ben piantato (era il pilota che meglio di chiunque altro aveva saputo sfruttare gli scarichi soffiati) e le novità dovrebbero andare proprio in quella direzione, facilitando il “risveglio” del quattro volte campione del mondo che a Monza è incappato in un grave errore alla Variante Ascari: è finito in testacoda mentre era da solo dopo aver perso il posteriore.

A Singapore la Ferrari avrà modo di valutare il frutto del lavoro svolto e nel weekend si capirà se il team del Cavallino potrà ambire a una terza vittoria stagionale, magari a Sochi o a Interlagos, o se i “canditi” sono finiti a Monza…

Scorrimento
Lista

Prove dei pit stop della Ferrari con la Ferrari SF90

Prove dei pit stop della Ferrari con la Ferrari SF90
1/10

Foto di: Simon Galloway / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari firma autografi ai fan

Charles Leclerc, Ferrari firma autografi ai fan
2/10

Foto di: Erik Junius

Ferrari SF90, ali anteriori

Ferrari SF90, ali anteriori
3/10

Foto di: Erik Junius

Ferrari SF90, dettaglio della sospensione anteriore

Ferrari SF90, dettaglio della sospensione anteriore
4/10

Foto di: Erik Junius

Ferrari SF90, dettaglio dell'abitacolo

Ferrari SF90, dettaglio dell'abitacolo
5/10

Foto di: Giorgio Piola

Sebastian Vettel, Ferrari, logo

Sebastian Vettel, Ferrari, logo
6/10

Foto di: Erik Junius

Dettaglio del barge board della Ferrari SF90

Dettaglio del barge board della Ferrari SF90
7/10

Foto di: Giorgio Piola

Condotto del freno anteriore della Ferrari SF90

Condotto del freno anteriore della Ferrari SF90
8/10

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Sebastian Vettel, Ferrari, 2° classificato, sul podio

Sebastian Vettel, Ferrari, 2° classificato, sul podio
9/10

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Ala anteriore della Ferrari SF90

Ala anteriore della Ferrari SF90
10/10

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Prossimo Articolo
L'opinione: i due galli nel pollaio problema per Binotto?

Articolo precedente

L'opinione: i due galli nel pollaio problema per Binotto?

Prossimo Articolo

Bandiere rosse: la F1 lavora sui tarli del sistema d'attivazione

Bandiere rosse: la F1 lavora sui tarli del sistema d'attivazione
Carica commenti