Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie
Formula 1 GP d' Australia

F1 | Ferrari: la simulazione di Melbourne promuove la F1-75

Nonostante la pista dell'Albert Park di Melbourne sia stata modificata in più punti (il giro sarà più veloce di circa 5 secondi), i dati dei sistemi di simulazione del Cavallino dicono che la rossa potrà ancora sfruttare la configurazione con cui ha corso i primi due GP stagionali, con piccoli adattamenti della macchina al tracciato. Le prime modifiche importanti si vedranno quindi a Imola e Barcellona.

Carlos Sainz Jr., Ferrari F1-75

La Formula 1 torna in Australia dopo due edizioni saltate per la pandemia e trova un tracciato che è stato rivisto sia per migliorare la sicurezza (con nuove vie di fuga), sia per offrire un tracciato con una velocità media più elevata (sono state tolte due curve) e delle più efficaci opportunità di sorpasso.

Nelle 26 edizioni del GP d’Australia disputate all’Albert Park, la Ferrari è la squadra che ha ottenuto più vittorie: l’ultima delle otto messe nel carniere è stata quella di Sebastian Vettel con la SF71H nel 2018, mentre Michael Schumacher è il pilota del Cavallino che ne ha collezionate di più, quattro.

Inaki Rueda, stratega Ferrari, Sebastian Vettel, Ferrari e Kimi Raikkonen, Ferrari festeggiano sul podio di Melbourne 2018

Inaki Rueda, stratega Ferrari, Sebastian Vettel, Ferrari e Kimi Raikkonen, Ferrari festeggiano sul podio di Melbourne 2018

Photo by: Sutton Images

La Scuderia torna agli antipodi in testa alle classifiche iridate dopo due GP disputati (Bahrain e Arabia Saudita) nei quali la F1-75 ha dimostrato di essere una monoposto competitiva in grado di giocarsela con la Red Bull RB18 di Max Verstappen.

In attesa dei primi aggiornamenti che si vedranno da Imola, la rossa resterà sostanzialmente la stessa che ha ben figurato nei primi due appuntamenti che hanno permesso a Charles Leclerc e Carlos Sainz di portarsi in testa alla graduatoria del mondiale piloti davanti all’olandese campione iridato che ha pagato a caro prezzo il ritiro a Sakhir per i problemi di alimentazione della sua RB18, gli stessi guai che avevano bloccato anche Sergio Perez prima della bandiera a scacchi.

Charles Leclerc, Ferrari

Charles Leclerc, Ferrari

Photo by: Ferrari

Quello di Melbourne era un tracciato stop-and-go assimilabile per caratteristiche a quello del Bahrain, ma sarà da vedere se con un giro più veloce che dovrebbe essere di 5 secondi più rapido rispetto al passato, saranno cambiati certi approcci.

Leggi anche:

Sulla carta dovrebbe essere una pista che gioca a favore della velocissima RB18: la monoposto di Adrian Newey nei primi due appuntamenti 2022 ha puntato su una macchina aerodinamicamente molto scarica che ha permesso a Verstappen di toccare le più alte velocità massime.

Ferrari F1-75: l'ala posteriore GP dell'Arabia Saudita che verrà usata anche in Australia

Ferrari F1-75: l'ala posteriore GP dell'Arabia Saudita che verrà usata anche in Australia

Photo by: Giorgio Piola

Le simulazioni Ferrari, però, dicono che anche con il nuovo layout della pista di Melbourne non è proprio il caso di stravolgere la mappa aerodinamica che ha dato ottimi risultati all’avvio della stagione, rivelando una buona adattabilità della F1-75 a Barcellona, Sakhir e Jeddah.

I tecnici della Scuderia, quindi, a dispetto di quanto si andava dicendo potrebbero insistere con l’ala posteriore con più carico della concorrenza, proprio per esaltare le doti della macchina del Cavallino che si vedono in uscita dalle curve lente con una grande trazione e una straordinaria accelerazione del motore 066/7.

La power unit 066/7 della Ferrari ha chiuso il gap di potenza da Mercedes e Honda

La power unit 066/7 della Ferrari ha chiuso il gap di potenza da Mercedes e Honda

Photo by: Giorgio Piola

La Scuderia, quindi, dovrebbe chiudere il trittico delle gare extra Europee in una configurazione nota, per iniziare a… spendere il primo pacchetto di sviluppo da Imola in poi. È facile prevedere che le modifiche saranno ripartite fra il GP dell’Emilia Romagna e quello di Spagna, seguendo una linea anche di altre squadre alle prese con i tempi di realizzazione dei pezzi nuovi: non basta avere una modifica, ma servono anche i ricambi per garantire ai due piloti una fornitura di parti completa.

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Ricciardo: "McLaren in ritardo di 1 secondo dai top team"
Prossimo Articolo Podcast F1 | Senna, una squalifica..."muletto"

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia