F1 | Ferrari: la PU di Leclerc spedita a Maranello per i controlli

La Scuderia ha deciso di investigare la causa della rottura del motore di Leclerc a Maranello: domani mattina la power unit sarà smontata dai tecnici di Enrico Gualtieri non appena arriverà in sede alla Gestione Sportiva. La speranza è che il 6 cilindri endotermico non abbia subito guai e il danno possa essere limitato al turbo.

F1 | Ferrari: la PU di Leclerc spedita a Maranello per i controlli
Carica lettore audio

“Il problema al motore lo abbiamo appreso prima da Charles via radio che dai dati degli ingegneri. È stata una sorpresa giunta all’improvviso”. Mattia Binotto ha spiegato che il cedimento che ha costretto Charles Leclerc a prendere la via dei box al giro 27 mentre stava conducendo il GP di Spagna con un margine di oltre 11 secondi non ha dato alcun segno di avvertimento.

Il monegasco sebbene abbia perso potenza è riuscito a rientrare in pit lane, segno che il motore endotermico non dovrebbe aver subito dei danni e c’è una grande possibilità che possa essere salvato per proseguire la sua vita che è solo di due dei sette GP previsti.

L’unità 066/7 numero due è stata subito smontata dalla monoposto e spedita a Maranello dove domani mattina i tecnici diretti da Enrico Gualtieri cercheranno le cause della rottura.

È molto probabile che il guasto abbia riguardato solo un particolare del turbo, visto che non si è visto uscire il fumo dallo scarico per giustificare un arrosto. L’affidabilità sarà un tema molto importante in questo campionato e difficilmente si vedranno i top team concludere con sole tre power unit, senza arrivare alle penalità, come era successo al Cavallino l’anno scorso:
“Facevamo un altro campionato – ha chiosato Binotto – Red Bull e Mercedes ne hanno utilizzati molti di più…”.

condivisioni
commenti
F1 | Red Bull: quanto vale la doppietta pur con i problemi?
Articolo precedente

F1 | Red Bull: quanto vale la doppietta pur con i problemi?

Prossimo Articolo

F1 | Mercedes: l'incubo è finito, potrà lottare per il titolo?

F1 | Mercedes: l'incubo è finito, potrà lottare per il titolo?