Ferrari: in Ungheria nuova fluidodinamica delle pance

Dopo il doppio ritiro in Stiria per il crash causato da Leclerc, la Scuderia porta in Ungheria una importante modifica strutturale con una diversa disposizione dei radiatori e degli scarichi per evitare un bloccaggio aerodinamico.

Ferrari: in Ungheria nuova fluidodinamica delle pance

Zero, Ferrari al traguardo. Zero, punti raccolti. Zero, soddisfazioni. La Scuderia lascia il Red Bull Ring in stato confusionale: la SF1000 non va e i piloti si buttano fuori al primo giro. Lasciare l’Austria è come uscire da un incubo, dove è successo tutto quello che poteva succedere in negativo.

A dispetto di quanto era successo nel GP del Brasile l’anno scorso, l’autoscontro fra i due piloti non avrà ripercussioni sul futuro. Non c’è stato alcun dolo: Leclerc ha ammesso candidamente di aver visto uno spazio che non c’era e si è scusato con Sebastian Vettel e con la squadra.

L’episodio, insomma, non lascerà alcuna scoria fra i due, anche se costerà molto alla squadra che se ne va in Ungheria quinta nella classifica del mondiale Costruttori. La Stiria ha dato uno schiaffone alla Ferrari: le quotazione della squadra del Cavallino sono letteralmente crollate.

A Maranello si aspettavano di essere terza forza dietro a Mercedes e Red Bull, ma non trovarsi dietro a McLaren, Racing Point e Renault. Eppure il muso stretto in stile Mercedes è in galleria del vento da febbraio e ancora non si è visto in pista.

La macchina evoluzione studiata da Simone Resta era stata “fermata” perché in galleria non dava i vantaggi che si sono visti sulle altre monoposto. Ma la Ferrari, insieme ad Haas, Alfa Romeo e Williams, è l’unica a mantenere la vecchia configurazione aerodinamica, visto che tutti gli altri si sono convertiti ai musi sfilati.

Sia ben chiaro: non vedremo il nuovo anteriore in Ungheria, ma probabilmente a Silverstone, mentre a Budapest scopriremo la seconda parte del pacchetto di novità sulla SF1000. In Stiria hanno fatto la loro apparizione l’ala anteriore più scarica e il nuovo fondo, mentre la prossima settimana avremo modo di osservare importanti modifiche nell’area delle pance con nuovi flussi interni.

I tecnici del Cavallino stanno impazzendo per capire dove si genera il drag che impedisce alla Rossa di essere veloce lungo i rettilinei: pare che la configurazione dell’impianto di raffreddamento con pacchi radianti sovrapposti uno sull’altro possa produrre un bloccaggio aerodinamico.

L’estrazione di aria calda dalle fiancate non sarebbe efficiente come sarebbe necessario per cui è probabile vedere una Ferrari che in Ungheria… potrà respirare meglio.

Ferrari SF1000: in Stiria è stato tagliato il cofano per allargare lo sfogo dell'aria calda

Ferrari SF1000: in Stiria è stato tagliato il cofano per allargare lo sfogo dell'aria calda

Photo by: Charles Coates / Motorsport Images

Già in questo weekend abbiamo assistito a uno sfogo d’aria maggiorato rispetto a quello dello scorsa settimana, ma all’Hungaroring ci sarà una diversa disposizione dei radiatori e non è escluso che qualcosa torni a essere montato sul motore come in passato.

È logico pensare, inoltre, che vengano ridisegnati gli scarichi (più aderenti al 6 cilindri) per lasciare un canale di sfogo dell’aria più grande e con una maggiore velocità di estrazione. Insomma la Ferrari introdurrà delle modifiche sostanziali e non di dettaglio che potrebbero, finalmente, cambiare il comportamento della vettura…

condivisioni
commenti
Mondiale Piloti F1 2020: Bottas resta leader

Articolo precedente

Mondiale Piloti F1 2020: Bottas resta leader

Prossimo Articolo

Renault all'attacco: ha fatto reclamo alla Racing Point

Renault all'attacco: ha fatto reclamo alla Racing Point
Carica commenti
Ali Flessibili: la soluzione più "chiacchierata" della F1 odierna Prime

Ali Flessibili: la soluzione più "chiacchierata" della F1 odierna

Si sta facendo un gran parlare attorno alle ali flessibili in Formula 1. A partire dal GP di Francia, la situazione dovrebbe normalizzarsi, ma ecco cos'ha causato l'oggetto del contendere tra Mercedes e Red Bull

Ferrari: scopriamo quali sono i due volti della SF21 Prime

Ferrari: scopriamo quali sono i due volti della SF21

La Scuderia è terza nel mondiale Costruttori con 92 punti davanti alla McLaren: la SF21 ha un potenziale nettamente superiore a quello della SF1000, ma la Rossa finora ha raccolto meno del potenziale mostrato in pista. Andiamo a capire perché c'è una differenza fra il giro secco e il passo gara, per capire come mai a due pole position conquistate in prova non abbia corrisposto almeno una vittoria.

Formula 1
11 giu 2021
Chinchero racconta Ricciardo (p. 1) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Ricciardo (p. 1) - It's a long way to the top

15esima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Daniel Ricciardo. Buon ascolto! (Parte 1).

Formula 1
10 giu 2021
Perez: l'alfiere di re Max nella partita a scacchi per il titolo Prime

Perez: l'alfiere di re Max nella partita a scacchi per il titolo

Con la vittoria a Baku il messicano ha portato punti preziosi nel Costruttori ed ha dimostrato come in questa stagione, nella lotta tra Verstappen e Hamilton, le seconde guide dei due team di punta avranno un ruolo determinante.

Formula 1
10 giu 2021
GP Baku: Perez trionfa nel week end nero Mercedes Prime

GP Baku: Perez trionfa nel week end nero Mercedes

Sergio Perz ha vinto in maniera rocambolesca il Gran Premio d'Azerbaijan, sesta prova del Mondiale 2021 di Formula 1. Il messicano ha avuto la meglio di Vettel e Gasly, con Verstappen out a tre giri dal termine dopo aver ampiamente dominato la corsa

Formula 1
10 giu 2021
Bottas: il vero punto debole della Mercedes Prime

Bottas: il vero punto debole della Mercedes

Valtteri Bottas è il protagonista indiscusso di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il finlandese in Azerbaijan ha vissuto uno dei suoi fine settimana peggiori da quando è in Mercedes. Proviamo a capire ed analizzare quali fattori possono aver portato a ciò.

Formula 1
8 giu 2021
GP d'Azerbaijan: caos, rimonte e sorprese a Baku Prime

GP d'Azerbaijan: caos, rimonte e sorprese a Baku

Il GP d'Azerbaijan di Formula 1 non è stato per nulla avaro di sorprese. A Baku abbiamo assistito ad una gara animata da ricchi colpi di scena, con cambi al vertice e situazioni insperate. Ecco com'è andata nella nostra esclusiva animazione grafica

Formula 1
7 giu 2021
Minardi: “Hamilton non si è voluto accontentare” Prime

Minardi: “Hamilton non si è voluto accontentare”

Andiamo ad analizzare il GP dell'Azerbaijan dando i voti ai piloti di Formula 1 insieme a Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi

Formula 1
7 giu 2021