Ferrari: il telaio di Kimi era già stato riparato

Ferrari: il telaio di Kimi era già stato riparato

Sulla F14 T si è ripresentato un problema dopo l'intervento fatto venerdì a seguito del volo di Raikkonen

Inizia a trapelare qualche informazione in più rispetto a quanto accaduto alla Ferrari nella seconda giornata dei test collettivi in Bahrein, nella quale i tecnici del Cavallino sono stati costretti a fermare Fernando Alonso dopo appena 12 giri per scopi precauzionali dopo aver rilevato che il telaio della F14 T era danneggiato. Lo spagnolo era stato mandato in pista con la stessa scocca utilizzata da Kimi Raikkonen nel corso del weekend di gara, ma da Maranello è trapelato che il danno riscontrato oggi è un riflesso del decollo sul cordolo della curva 4 che Kimi aveva compiuto venerdì, nel corso della prima sessione di prove libere del Gp. Nel violento atterraggio, infatti, non si era rotta solo una pinza dei freni, ma si era aperta anche una piccola crepa nella monoscocca che i tecnici del Cavallino avevano scovato e riparato sul posto. Il danno non era stato giudicato grave, tant'è che "Iceman" ha poi proseguito il weekend con questo telaio, perchè dai dati sembrava che fosse tornato tutto alla normalità. Nella mattinata di oggi, invece, si è registrato di nuovo un cedimento e gli uomini della Ferrari hanno preferito fermare lo spagnolo a scopo precauzionale mettendo la sicurezza davanti a tutto, in un giorno che sarebbe stato molto importante per deliberare delle novità per la Cina. La scocca verrà controllata ai raggi X a Maranello per valutarne l'effettivo danno.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Fernando Alonso
Articolo di tipo Ultime notizie