Ferrari: ecco come cambia l'organigramma della Scuderia

La squadra del Cavallino riassegna i ruoli in vista della stagione 2021: Binotto salterà qualche gara, per cui Mekies sarà il responsabile in pista e Rueda diventerà il direttore sportivo. La responsabilità tecnica viene affidata a Cardile con Montecchi capo del telaio, Sanchez del Vehicle Concept, Gualtieri dei motori, mentre si rivede Ioverno come capo delle Vehicle Operation e Fulgenzi delle attività Supply Chain. Il marketing passa da Mattia a Boari.

Ferrari: ecco come cambia l'organigramma della Scuderia

La Ferrari ha ufficializzato l’organigramma della squadra di Formula 1 per la stagione 2021. Non ci sono rivoluzioni, ma una ridistribuzione dei ruoli studiata per adattarsi alle esigenze di una stagione molto impegnativa sul fronte tecnico e gestionale.

Al campionato Mondiale che scatterà tra un mese in Bahrain, si affiancherà l’impegno per la realizzazione della monoposto 2022, una vettura che prenderà forma da un foglio bianco basandosi sugli inediti regolamenti tecnici, e la mole di lavoro da affrontare è già molto impegnativa.

Il nuovo mosaico composto da nomi e ruoli evidenzia alcuni cambiamenti sul fronte della distribuzione dei carichi di lavoro, ad iniziare ad un alleggerimento per la figura di Mattia Binotto.

Il team principal della Scuderia non dovrà più occuparsi degli aspetti legati all’area commerciale, che diventano di competenza di Nicola Boari. Tutta l’area commerciale della Gestione Sportiva convoglierà così sotto quella aziendale (ad esclusione delle vetture stradali), consentendo a Binotto di potersi concentrare su altre problematiche.

Per quanto riguarda l’attività in pista il responsabile sarà Laurent Mekies, che ufficialmente ora ricopre il ruolo di Racing Director. Il quarantatreenne ingegnere francese già nelle battute conclusive dello scorso Mondiale aveva ricoperto ufficiosamente questo ruolo, in occasione di alcuni weekend di gara in cui Binotto non era stato presente sul campo.

La necessità di dover seguire il progetto 2022 probabilmente non consentirà al team principal di presenziare a tutti i Gran Premi in calendario, e da qui la nuova nomina di Mekies che di fatto diventerà il punto fermo della squadra per ciò che concerne l’attività sui circuiti.

Un’altra novità dell’organigramma è l’accorpamento di tutte le attività ‘performance’ in un unico gruppo, un cambiamento che riporta alla mente la struttura della Ferrari all’epoca Todt/Brown. Il dipartimento Ingegneria di pista è incluso nel reparto Chassis Performance Engineering, che fa riferimento a Enrico Cardile, che di fatto diventa il riferimento tecnico del programma Formula 1.

Sempre sul fronte telaio, David Sanchez è responsabile del reparto Vehicle Concept, mentre Fabio Montecchi è alla direzione del dipartimento Chassis Project. Un’altra figura conosciuta, Diego Ioverno, sarà il responsabile delle attività Vehicle Operation.

Il reparto motori resta sotto la direzione di Enrico Gualtieri, di fatto il padre delle power unit del Cavallino, mentre le attività Supply Chain (compositi, meccanica, acquisti) sarà di competenza di Gianmaria Fulgenzi.

condivisioni
commenti
F1: riportare un Gran Premio in Africa è una priorità

Articolo precedente

F1: riportare un Gran Premio in Africa è una priorità

Prossimo Articolo

Alfa Romeo: Kubica sulla C41 domani a Barcellona

Alfa Romeo: Kubica sulla C41 domani a Barcellona
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Carlos Sainz Jr. , Charles Leclerc
Team Ferrari
Autore Roberto Chinchero
Larini: “Schumacher non mi ha voluto come compagno in Ferrari" Prime

Larini: “Schumacher non mi ha voluto come compagno in Ferrari"

Continua la nostra serie di interviste esclusive ai protagonisti del mondo delle competizioni a due e quattro ruote. In questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Nicola Larini - ex pilota di Formula 1 e pilota Ferrari - racconta la propria esperienza in occasione del GP di San Marino del 1994 - gara che lo ha visto protagonista - situazione alla quale aggiunge anche rivelazioni mai dette circa la possibilità di essere titolare per la Scuderia di Maranello nel 1996, situazione alla quale Michael Schumacher mise il veto

Mercedes: nuova divisione dei compiti a livello tecnico Prime

Mercedes: nuova divisione dei compiti a livello tecnico

La squadra di Brackley la scorsa settimana ha ufficializzato che James Allison farà un passo indietro e dal 1 luglio cambierà ruolo per lasciare la figura di direttore tecnico a Mike Elliott. Andiamo a scoprire cosa c'è dietro a questa decisione e quali implicazioni avrà nel breve e nel futuro.

Formula 1
14 apr 2021
Ceccarelli: “Capelli all’inizio sbagliava alimentazione” Prime

Ceccarelli: “Capelli all’inizio sbagliava alimentazione”

Terza puntata della rubrica Doctor F1 in compagnia di Franco Nugnes e del dottor Riccardo Ceccarelli, medico con esperienza ultratrentennale in Formula 1. In questa puntata, andiamo a toccare il delicato tema dell'alimentazione di un pilota

Formula 1
14 apr 2021
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Formula 1
13 apr 2021
Chinchero racconta Alonso (pt.2) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Alonso (pt.2) - It's a long way to the top

Dodicesima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Fernando Alonso. Ecco a voi la seconda di 3 puntate sull'asturiano. Buon ascolto!

Formula 1
12 apr 2021
F1 Stories: la storia del Gran Premio di Imola Prime

F1 Stories: la storia del Gran Premio di Imola

Anche nel 2021, Imola è inclusa nelle tappe di un Mondiale di Formula 1. Un tracciato ricco di storia. Una storia, che merita di essere raccontata e ricordata...

Formula 1
12 apr 2021
Come la rapida ascesa di Kimi influì sulla carriera di Heidfeld Prime

Come la rapida ascesa di Kimi influì sulla carriera di Heidfeld

L'ascesa di Kimi Raikkonen come stella della Formula 1 fin dagli albori rimane una delle leggendarie storie del 2001, ma le sue imprese hanno avuto un impatto indesiderato sulle prospettive del suo compagno di squadra in Sauber. Vent'anni dopo il suo primo podio in F1 al GP del Brasile, ecco come Iceman ha influito sulla carriera di Nick Heidfeld.

Formula 1
11 apr 2021
F1: quanto è più veloce di una MotoGP, LMP1 o IndyCar? Prime

F1: quanto è più veloce di una MotoGP, LMP1 o IndyCar?

Siamo abituati a considerare la Formula 1 come la categoria regina dell'automobilismo, quella capace di raggiungere le velocità più elevate in assoluto. Ma sarà davvero così? Andiamo a scoprirlo in questa classifica...

Formula 1
11 apr 2021