Ferrari: Binotto rinuncia al ruolo di direttore tecnico

In una intervista a Channel 4 il team principal spiega le ragioni per cui si è potuto liberare della responsabilità tecnica dopo la ristrutturazione nella Gestione Sportiva che ha portato a una redistribuzione dei ruoli. Il manager reggiano è convinto che si stiano mettendo le basi a uno staff che sia in grado di tornare a vincere con il pieno supporto del Consiglio d'Amministrazione. Ma a Maranello sono alla ricerca di un nuovo direttore tecnico?

Ferrari: Binotto rinuncia al ruolo di direttore tecnico

La Ferrari sta mutando pelle. Mattia Binotto la scorsa settimana ha ufficializzato una nuova struttura tecnica con la quale iniziare il processo di rilancio del Cavallino in Formula 1. Il team principal reggiano da quando, all’inizio del 2019, aveva assunto il ruolo di capo della squadra non aveva mai rinunciato anche al ruolo di direttore tecnico, mantenendo le due funzioni.

La SF1000 delude le aspettative in pista e la Ferrari è chiamata a una lenta trasformazione per ottemperare ai vincoli economici che scatteranno con l’introduzione del Budget cap a partire dal prossimo anno.

Insomma c’è l’obbligo di procedere a una ristrutturazione che porterà circa 300 persone a uscire dalla Gestione Sportiva per essere convertite in altri settori del Motorsport (progetto Le Mans o Indycar) o in Gestione Industriale.

E, allora, nel ridisegnare la Ferrari dei prossimi anni è giusto mettere fondamenta solide che portino la Scuderia a disporre di uno staff capace di tornare a vincere il più presto possibile.

Smantellata l’organizzazione orizzontale (sbaglia chi va dicendo che sia stata un fallimento, perché ha prodotto dei risultati), la parte tecnica torna a essere verticale e come tale ha bisogno di un direttore tecnico che possa seguire gli sviluppi a tempo pieno.

Sta di fatto che Binotto si libera delle responsabilità tecniche per concentrarsi sul buon funzionamento della Gestione Sportiva.

"C’è voluto un po' di tempo per organizzarci, per assicurarsi che il reparto tecnico fosse ristrutturato", ha detto il team principal a Channel 4 - Non è qualcosa che si fa in un giorno”.

“Ora che abbiamo le persone giuste nel ruolo giusto, posso delegare il lavoro tecnico e non coprire più il ruolo di direttore tecnico. Ci sono altre persone che lo fanno”.

“Hanno obiettivi chiari. E penso che siano altrettanto entusiasti e concentrati sugli obiettivi da raggiungere”.

“Da parte mia ci sono molte cose che devo fare. Sicuramente li terrò d'occhio per mantenerli carichi per gli obiettivi da raggiungere".

Il presidente John Elkann nell’intervista alla Gazzetta dello Sport ha confermato il pieno sostegno a Binotto, chiarendo che non si aspettasse che la squadra potesse tornasse alla vittoria prima del 2022.

A tal proposito Binotto ha aggiunto a Channel 4: “È certamente un lavoro difficile, ma è anche un onore, non dovremo mai dimenticarlo”.

“Penso che se guardiamo indietro, possiamo dire di aver avuto stagioni competitive. Oggi non lo siamo, ma sono abbastanza sicuro di poter invertire l’andamento in futuro”.

"È importante avere il supporto dei membri del Consiglio d’amministrazione, del nostro Presidente e del CEO. Stiamo condividendo la stessa visione, gli stessi obiettivi. Sappiamo che abbiamo bisogno solo di un po' di pazienza. Non ci sono soluzioni immediate, ma stiamo cercando di rafforzare la squadra".

“Penso che alla fine sto gestendo un'intera azienda. La Scuderia è grande, quindi sono molto impegnato nelle molteplici attività. Non c'è tempo per seguire tutto”.

In realtà nell’attuale struttura tecnica manca il “capo”. Enrico Cardile è stato messo al vertice di una nuova area chiamata Performance Development, ma non è stato insignito del ruolo di DT. Una figura che non è stata annunciata, ma che, evidentemente, la Ferrari sta cercando sul mercato…

condivisioni
commenti
Caso gomme: Mercedes ha preso un rischio vincente!
Articolo precedente

Caso gomme: Mercedes ha preso un rischio vincente!

Prossimo Articolo

F1, Imola: weekend di 2 giorni e 1 solo turno di Libere!

F1, Imola: weekend di 2 giorni e 1 solo turno di Libere!
Carica commenti
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021
Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse!

Andiamo ad analizzare insieme le occasioni perse da Lewis Hamilton nel corso del mondiale 2021 di Formula 1. In questo video, riassumiamo gli errori dell'inglese durante l'anno e le occasioni nelle quali ha performato al di sotto delle sue potenzialità, ottenendo risultati che alla fine dell'ultimo GP potrebbero decretarne la sconfitta iridata

Formula 1
26 nov 2021
F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo" Prime

F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo"

In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano la figura del "giovanotto" Fernando Alonso, reo di aver conquistato un podio in Formula 1 dopo sette anni. Eppure, nonostante l'età, ha ancora tanta voglia di dimostrare il suo valore...

Formula 1
24 nov 2021
F1 | Quando la lotta sportiva diventa peggio di Forum Prime

F1 | Quando la lotta sportiva diventa peggio di Forum

In Qatar abbiamo assistito all'ennesima, stucchevole situazione in cui i toni dei contendenti al titolo iridato si sono alzati in maniera esagerata. Oltre a quello, situazione che avevamo preso in esame, all'indice va messo il comportamento di chi governa il Circus iridato, più simile a quello di sceneggiatori alle prese con una serie tv anziché con una pagina clamorosa di storia dello sport.

Formula 1
23 nov 2021