F1 | Ferrari: a Monaco la quiete dopo la tempesta

Binotto è andato martedì sera a Monaco per incontrare a cena Leclerc: un video pubblicato sui social ha reso virale quella che è stata definita la rappacificazione, anche se quello del team principal è un gesto meno isolato di quanto si possa pensare. Il clima pesante che la Ferrari ha lasciato a Silverstone, sembra aver lasciato il posto a uno scenario di sereno in vista di tornare in pista a Spilberg, la casa della Red Bull.

F1 | Ferrari: a Monaco la quiete dopo la tempesta
Carica lettore audio

Un video pubblicato sui social: Charles Leclerc che saluta amichevolmente Mattia Binotto dopo una cena fra i due a Monaco. Un quadro molto dissonante con quanto abbiamo visto a Silverstone, dopo la conclusione del GP di Gran Bretagna, quando il team principal del Cavallino catechizzava il suo pilota con il dito alzato.

Sono passate solo poche ore fra le due situazioni e il clima è sembrato decisamente diverso. Dopo la tensione inglese, una sorta di riappacificazione nel Principato? Binotto è andato a… Canossa per ristabilire un rapporto con il pilota che il muretto Ferrari ha penalizzato con scelte strategiche discutibili che hanno acceso e spaccato il mondo dei fan del Cavallino?

 

Niente di più sbagliato, anche se le immagini postate martedì sera a Monaco, hanno dimostrato una ritrovata sintonia fra i due: Binotto ha preso la macchina per andare a fare visita a Charles. Non sarebbe nemmeno la prima volta e, forse, nemmeno l’ultima, considerato che aveva già trascorso due giorni a Maranello con Carlos Sainz.

Il vincitore di Silverstone lunedì ha scorrazzato sulla F1 3-seater, fra gli altri, i manager del team Ducati in MotoGP, Paolo Ciabatti e Davide Tardozzi, e martedì è stato al lavoro sul simulatore per preparare una delle prossime gare che separano dalla sosta estiva, per cui il team principal ha avuto modo di parlare con il madrileno che al suo 150esimo GP ha rotto il ghiaccio salendo sul gradino più alto del podio.

Mattia ha voluto fare altrettanto con Charles e, pare, che non sia stato un caso isolato, anche se i due si erano già sentiti al mattino in conference call. La sensazione, insomma, è che le turbolenze e le polemiche siano più fuori dalla porta della Gestione Sportiva che dentro.

Leggi anche:

Dopo l’affermazione di Sainz in Gran Bretagna, ci vorrebbe una bella vittoria di Leclerc in casa dei “bibitari” per smorzare un clima velenoso che ha fatto nascere alcune leggende metropolitane, come l’influenza degli sponsor spagnoli, Santander piuttosto che Estrella Galizia, a spingere un ruolo prioritario del pilota iberico. Tutte panzane…

condivisioni
commenti
F1 | Vettel: "Sono tornato bambino guidando la Williams FW14B"
Articolo precedente

F1 | Vettel: "Sono tornato bambino guidando la Williams FW14B"

Prossimo Articolo

F1 | Marko: "Uno psicologo per il bambino problematico Tsunoda"

F1 | Marko: "Uno psicologo per il bambino problematico Tsunoda"