F1: due token di sviluppo nel 2021 con aerodinamica libera

Nel Technical Working Group che si è riunito ieri in video conferenza sono stati definiti i limiti di sviluppo delle F1 attuali nel campionato 2021. In Austria si congeleranno telaio, cambio e sospensioni e poi saranno concessi solo due sviluppi in una lista ristretta.

F1: due token di sviluppo nel 2021 con aerodinamica libera

Poteva diventare una partita a scacchi. Tattica e politica. Oltre che tecnica. E, invece, ha prevalso la ragione. Ieri si è tenuto il Technical Working Group in video conferenza: l’obiettivo dell’incontro fra i tecnici delle 10 squadre, FIA e Liberty oltre a Pirelli era di dare un valore ai gettoni di sviluppo che ai team saranno concessi nel campionato 2021 e fissare le parti che, invece, dovranno essere congelate per evitare che i costi possano schizzare in alto pur mantenendo l’uso delle monoposto 2020.

Un gioco maledettamente complicato nel quale la posta in palio era molto alta, ma dopo un lungo pomeriggio di trattative pare che si sia trovata una sintesi che dovrebbe permettere di accendere un semaforo verde sulla stagione prossima a livello tecnico.

La F1, su proposta della FIA, si sta nuovamente incamminando verso i gettoni di sviluppo che nell’evoluzione dei motori non avevano mai funzionato, tanto che il cavilloso sistema di classificazione degli sviluppi delle power unit venne buttato in un cestino per deliberare prima quattro e poi tre motori per stagione, lasciando che ciascun Costruttore omologasse liberamente un propulsore.

Il sistema dei gettoni era fallito perché era impossibile far crescere adeguatamente le prestazioni delle power unit che dovevano colmare il gap di potenza dal propulsore Mercedes che dettava legge. In cambio i motoristi avevano abbassato il costo del leasing delle power unit ai team clienti.

In questo frangente, invece, si vorrebbe limitare le possibilità di evolvere le monoposto che dovranno disputare la stagione 2020 che non è ancora partita a causa della pandemia di Coronavirus.

Il TWG è iniziato con una sorta di mercato del pesce nel quale ciascuno cercava di deprezzare le aree di sviluppo proprie e valorizzare quelle degli avversari. Ma alla fine, come abbiamo detto, avrebbe prevalso la ragionevolezza. Ci si poteva aspettare che Ross Brawn, presidente di Liberty, facesse da “arbitro” vista la sua competenza tecnica, ma l’ingegnere di Manchester non ha partecipato al meeting.

Stando alle prime indiscrezioni sarebbero stati individuati 2 gettoni di sviluppo, bloccando l’evoluzione degli altri elementi della vettura che sarà congelata dal primo GP 2020, visto che telaio e cambio e sospensioni rimarranno quelle del GP d’Austria.

Ogni team nel corso del prossimo campionato avrà la possibilità di giocare due token sull’hardware della macchina su una lista di elementi che sono stati definiti ieri, mentre la ricerca aerodinamica resterà libera.

In sostanza non ci saranno grandi possibilità di trasformare le monoposto per cui una macchina vincente resterà tale nell’arco delle due stagioni, mentre chi si troverà a inseguire farà anche più fatica a chiudere un gap avendo meno strumenti per cambiare le carte in tavola.

Alla riapertura del lockdown, quindi, ci sarà una corsa al riarmo per arrivare al GP d’Austria che aprirà la stagione 2020 con la macchina il più evoluta possibile, pur sapendo che dalla riapertura non ci sarà molto tempo per evolvere delle soluzioni in grado di stravolgere i valori visti ai test invernali.

condivisioni
commenti
Gli imponenti motorhome di F1 potrebbero sopravvivere alla crisi
Articolo precedente

Gli imponenti motorhome di F1 potrebbero sopravvivere alla crisi

Prossimo Articolo

Formula 1 Stories: Ferrari, il punto di riferimento

Formula 1 Stories: Ferrari, il punto di riferimento
Carica commenti
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021