F1: dopo la farsa del Belgio si valuta un cambio di regole

Dopo la grottesca situazione verificatasi ieri pomeriggio, quando la gara è stata sospesa per 3 ore per poi durare 3 giri in regime di safety car, i vertici della F1 ed i team principal spingono per un cambiamento di regole.

F1: dopo la farsa del Belgio si valuta un cambio di regole

Mentre la FIA e il direttore di gara della F1 Michael Masi sono stati elogiati per non aver permesso di correre nelle pericolose condizioni di bagnato a Spa, è rimasto l’amaro in bocca per il modo in cui si è giunti alla decisione e per i punti assegnati dopo appena tre giri dietro la safety car.

Il campione del mondo Lewis Hamilton è stato uno dei numerosi piloti a esprimere la propria insoddisfazione sulla situazione, suggerendo come la F1 abbia messo gli interessi economici davanti a quelli dei fan.

"Oggi è stata una farsa e le uniche persone a rimetterci sono stati i fan che hanno pagato bei soldi per vederci correre", ha postato su Instagram.

L'amministratore delegato della F1, Stefano Domenicali si è detto desideroso di discutere con le parti interessate per considerare potenziali modifiche alle regole, ma qualsiasi cambiamento nei regolamenti per garantire che non si ripeta ciò che è accaduto in Belgio avrebbe bisogno dell'approvazione della F1, della FIA e dei team.

A cercare di indicare una strada per impedire che quanto accaduto ieri in Belgio possa ripetersi in futuro è intervenuto Zak Brown. Il CEO della McLaren ha pubblicato un video sul proprio profilo Twitter dove ha dichiarato: "Il regolamento stabilisce che dopo aver fatto alcuni giri si può parlare di gara. Penso che questo debba essere rivisto".

"Non credo che ci sia qualcuno che potrebbe sostenere che le condizioni meteo erano tali da poter correre in sicurezza, ma abbiamo bisogno di una soluzione migliore quando questo tipo di situazione si verifica. Il risultato non dovrebbe essere una gara di tre giri dietro una safety car".

"Questo è ciò che dicono le regole, ma ora ciò deve essere rivisto. Dobbiamo imparare da quanto accaduto oggi e capire come si potrebbe decidere in maniera differente se si dovesse verificare nuovamente una situazione simile".

“Lavoreremo su questo aspetto e speriamo che qualcosa del genere non accada di nuovo".

Il direttore di gara della F1, Michael Masi, ha suggerito che la FIA e le squadre si riuniranno e rivedranno i regolamenti alla luce di quanto accaduto in Belgio.

"Penso che dopo questo fine settimana, ed in vista della nostra prossima riunione per il prossimo anno, esamineremo un sacco di cose per vedere cosa vogliono tutti. La FIA lavorerà con tutte le 10 squadre e la F1 per sviluppare i regolamenti e cercheremo di affrontare i vari scenari e capire cosa ne pensano tutti".

condivisioni
commenti
Report F1 Spa: “La farsa è quella di aver dato punti”

Articolo precedente

Report F1 Spa: “La farsa è quella di aver dato punti”

Prossimo Articolo

Minardi: "Senza elicottero non poteva esserci GP"

Minardi: "Senza elicottero non poteva esserci GP"
Carica commenti
BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato Prime

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato

Nonostante un podio ottenuto al debutto, la BRM P201 non è mai più riuscita a replicare questo risultato ed ha vanificato tutto il potenziale inespresso.

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità Prime

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità

La power unit del prossimo anno sembra che risponda ai target di potenza cercati da Zimmermann per colmare il gap dal motore Mercedes, mentre c'è ancora del lavoro da fare sul fronte dell'affidabilità. A Maranello hanno deciso di prendere dei rischi, portando in pista soluzioni innovative che accusano ancora dei problemi di gioventù. Ma c'è tempo per raggiungere i target di durata.

Formula 1
18 set 2021
F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine? Prime

F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine?

Il cinese sembra ormai vicino a prendere il posto di Antonio Giovinazzi in Alfa Romeo, ma il suo arrivo in F1 potrebbe rivelarsi un boomerang per la Academy Alpine che ne ha sostenuto la carriera negli ultimi anni.

Formula 1
18 set 2021
Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21 Prime

Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21

Andiamo a conoscere nel dettaglio le differenze tra la SF21 e la SF1000, grazie alle quali la Rossa è tornata nelle parti alte della classifica

Formula 1
18 set 2021
Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1 Prime

Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1

Il campione del mondo 2007 ha annunciato l'addio alla F1 al termine di questa stagione. Kimi mancherà a tutti i suoi fan ed agli amanti di questo sport e verrà ricordato per essere stato in grado di lottare ad armi pari con i mostri sacri della Formula 1.

Formula 1
17 set 2021
Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte Prime

Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte

Terza ed ultima puntata in cui andiamo a ripercorrere gli inganni, gli imbrogli o i momemnti più "tricky" della storia della Formula 1

Formula 1
17 set 2021
Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA Prime

Fittipaldi: il campione di F1 diventato re negli USA

Emerson Fittipaldi non è stato soltanto uno dei più grandi talenti mai apparsi in Formula 1, ma ha scritto pagine di storia indelebili anche in IndyCar. Nigel Roebuck ne ripercorre la carriera attraverso le parole del brasiliano.

Formula 1
16 set 2021
Federica Masolin: "Amore per lo sport grazie alla...gelosia" Prime

Federica Masolin: "Amore per lo sport grazie alla...gelosia"

In questa nuova puntata de "Il Rosa dei Motori", Beatrice Frangione intervista Federica Masolin, giornalista e presentatrice della Formula 1 di Sky Sport. Federica si racconta, ripercorrendo gli anni di una carriera in giro per il mondo, di una vita piena di passioni e viaggi. Da piccola, il suo desiderio era diventare una rockstar. Poi, l'amore per lo sport le ha fatto cambiare idea...

Formula 1
16 set 2021