F1 | Consiglio Mondiale FIA: cambiano le regole sulle power unit!

L'organo legislativo della Federazione Internazionale ha promulgato una serie di norma che cambiano le carte in tavola nel mondiale di F1: si possono sostituire in parco chiuso le power unit senza pagare penalità se si passa a versioni più recenti e la FIA ha intenzione di autorizzare anche delle riparazioni. Cambiano le norme sulle flessioni dall'ala posteriore e della beam wing. Nei GP più caldi la temperatura della benzina potrà essere portata a 20 gradi. Nei test di gomme wet si potranno usare le mule car.

F1 | Consiglio Mondiale FIA: cambiano le regole sulle power unit!
Carica lettore audio

Il Consiglio Mondiale della FIA che si è riunito mercoledì ha approvato alcune modifiche del regolamento Sportivo e Tecnico di F1. La Federazione Internazionale per ora si è limitata a enunciare una serie di modifiche che possono avere un impatto importante nel corso della stagione in corso.

L’aspetto più interessante riguarda certamente la gestione dei motori: sulla scia dei problemi di affidabilità emersi quest’anno sarebbe stato concordato un cambiamento nelle regole che permettono di gestire le power unit nell’arco della stagione.

In primo luogo, i team potranno sostituire in parco chiuso le power unit con versioni più recenti che sono state inserite nella loro disponibilità senza penalità. Fino a ora qualsiasi modifica o sostituzione effettuata in parco chiuso determinava l’automatica partenza in pitlane anche se il pezzo adottato faceva parte dell’allocazione disponibile.

La FIA, inoltre, aggiunge la disponibilità a consentire delle riparazioni temporanee dei propulsori: l’enunciato non specifica niente di più e bisognerà aspettare maggiori informazioni dalla FIA per capire quanto cambi lo status quo in profondità.

In materia di motori c’è un altro cambiamento importante che sembra orientato a favore della Red Bull: il carburante potrà ora essere raffreddato fino a 20 gradi nelle gare più calde e il riferimento della temperatura sarà rilevato un'ora prima dell’entrata in pista, rispetto alle due ore vigenti oggi.

Per quanto riguarda l’aerodinamica sono stati modificati i valori per i test di deflessione dell’ala posteriore nel bordo d’uscita e di flessione nella beam wing con degli inasprimenti dei controlli statici.

Rivista la norma che regola gli specchietti retrovisori visto che la visibilità posteriore è risultata inadeguata alle necessità di sicurezza.

Per quanto riguarda i test di gomme in stagione per lo sviluppo degli pneumatici Pirelli è stato deciso di concedere l’uso delle mule-car per effettuare i collaudi con le gomme da bagnato e la trasformazione ad Austin e Suzuka di una sessione di prove libere in turno parzialmente dedicato alle gomme prototipo, dal momento che le squadre sono riluttanti a dare il supporto al fornitore unico.

Per quanto riguarda i motori 2026 il Consiglio Mondiale FIA ha ricevuto un aggiornamento sullo stato di avanzamento dei regolamenti che dovrebbero essere finalizzati e presentati prima della prossima riunione, ma non c’è ancora un accordo sebbene Porsche a Audi condizionino il loro ingresso all’approvazione delle regole discusse.

È stata deliberata anche la decisione già attiva domani a Silverstone per gli incontri dei piloti con i media nuovamente al giovedì, dopo aver registrato il flop del venerdì mattina, poco prima di andare in pista per le prove libere, tanto più che il personale delle squadre è già operativo in pista al giovedì e i presunti risparmi non si sono visti.

condivisioni
commenti
F1 | Russell: "Con la W13 non riuscirò a fare Copse in pieno!"
Articolo precedente

F1 | Russell: "Con la W13 non riuscirò a fare Copse in pieno!"

Prossimo Articolo

F1 | Beam wing: ecco come la FIA limita le flessioni

F1 | Beam wing: ecco come la FIA limita le flessioni