F1 Commission: sì al freezing dei motori, ni alla Sprint Race

Le 10 squadre di Formula 1, la FIA e la Formula 1 hanno approvato all'unanimità il blocco dello sviluppo dei motori a partire dal 2022. Il congelamento è condizionato al livellamento delle prestazioni che verrà discusso prossimamente, mentre è stata definito un ok di base alla Sprint Race, per quanto ci siamo ancora molti aspetti da chiarire del nuovo format.

F1 Commission: sì al freezing dei motori, ni alla Sprint Race

La F1 Commission ha approvato il congelamento delle power unit a partire dal 2022 e c’è stata un’apertura alla Sprint Race del sabato, sebbene i team abbiano chiesto maggiori dettagli.

Stando alle indiscrezioni emerse dall’incontro che si è svolto giovedì a Londra sarebbe stata raggiunta l’unanimità dei votanti (i 10 team, 10 rappresentanti FIA e altrettanti di Formula 1 sul freezing dei motori che entrerà in vigore con l’omologazione delle unità del prossimo anno.

Il congelamento è stato voluto dalla Red Bull che ha posto come condicio sine qua non per la sua permanenza nel Circus il fatto che i propulsori si fermino nello sviluppo, potendo rilevare la fornitura dei motori Honda nel momento in cui la Casa giapponese lascerà i GP alla fine dell’anno.

La Red Bull avrebbe già raggiunto un accordo con Honda per gestire le power unit in proprio, ma non avrebbe avuto le risorse necessarie a sviluppare l’unità giapponese. Inizialmente c’era la contrarietà di Renault e Ferrari che poi hanno cambiato idea, potendo contare sul fatto che saranno presi dei provvedimenti per bilanciare le prestazioni.

Si parla di ridurre la portata istantanea di carburante ai team forniti Mercedes, concedendo magari più potenza elettrica della MGU-K in modo differenziato per chi insegue.

Leggi anche:

Si è parlato anche di introdurre le Sprint Race nel calendario, discutendo la proposta che è stata portata dal promotore del campionato: l’idea è di fare dei test (Montreal, Monza e Interlagos) per scoprire nel concreto se il concetto può funzionare. Ma come abbiamo anticipato su Motorsport.com ci sono molti punti discutibili che devono essere approfonditi che riguardano il format del weekend, il parco chiuso delle vetture, le prove libere e le gomme.

C’è stata un’intesa di massima, ma ora dovranno essere sviscerati tutti quegli aspetti che possono avere un impatto molto forte sulla Sprint Race da 100 km del sabato pomeriggio.

I team di F1 hanno anche discusso con la FIA e la F1 l'idea di introdurre un tetto salariale sui contratti dei piloti che entrasse in vigore nei prossimi anni, ma a tal proposito non è stata presa alcuna decisione finale.

condivisioni
commenti
Sprint Race: una scelta blasfema e contraria al DNA della F1

Articolo precedente

Sprint Race: una scelta blasfema e contraria al DNA della F1

Prossimo Articolo

F1 Commission: 30 giorni di test Pirelli con le gomme da 18

F1 Commission: 30 giorni di test Pirelli con le gomme da 18
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Autore Franco Nugnes
Chinchero racconta Max Verstappen - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Max Verstappen - It's a long way to the top

14esima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Max Verstappen. Buon ascolto!

F1 Stories: il GP di Spagna 2021 Prime

F1 Stories: il GP di Spagna 2021

Andiamo a ripercorrere tutte le emozioni che ci ha offerto il Gran Premio di Spagna di Formula 1

Formula 1
13 mag 2021
Bottas: come finire in un... buco nero Prime

Bottas: come finire in un... buco nero

Il finlandese sta vivendo una stagione in Mercedes molto diversa da quelle precedenti: sa di non essere in lizza per un rinnovo del contratto (il suo posto è promesso a Russell), non deve puntare a traguardi troppo ambiziosi altrimenti toglie punti a Hamilton nel duello con Verstappen, ma non può nemmeno tirare i remi in barca perché rischia di essere sostituito. Eppure sarà l'uomo determinante per conquistat dell'ottavo titolo Costruttori.

Formula 1
12 mag 2021
Alonso, torero dalla spada spuntata Prime

Alonso, torero dalla spada spuntata

Fernando Alonso ha chiuso il GP di Spagna di Formula 1 in diciassettesima posizione, doppiato e ben lontano dalla zona punti. L'asturiano è apparso in difficoltà per tutto il fine settimana, dove è stato regolarmente "suonato" dal compagno di team Esteban Ocon. L'augurio è che, da Monaco in avanti, Alonso possa invertire la china

Formula 1
11 mag 2021
Podcast, Bobbi: "Verstappen e Red Bull, occasione sprecata" Prime

Podcast, Bobbi: "Verstappen e Red Bull, occasione sprecata"

Andiamo ad analizzare il Gran Premio di Spagna di Formula 1 vinto da Lewis Hamilton insieme a Marco Congiu e Matteo Bobbi. A deludere le aspettative su una pista che sulla carta si presentava a suo vantaggio è la Red Bull, che lascia Barcellona con il secondo posto di Verstappen

Formula 1
10 mag 2021
Minardi: "Verstappen ha dato tutto, manca la Red Bull" Prime

Minardi: "Verstappen ha dato tutto, manca la Red Bull"

In compagnia del Direttore di Motorsport.com, Franco Nugnes, e dell'ex Team Principal di Formula 1, Gian Carlo Minardi, andiamo a dare i voti al Gran Premio di Spagna di F1.

Formula 1
10 mag 2021
GP Spagna: l'animazione grafica della gara Prime

GP Spagna: l'animazione grafica della gara

Andiamo a rivivere le emozioni del GP di Spagna di F1 in questa nostra animazione grafica, dove ripercorriamo l'andamento in classifica dei vari piloti

Formula 1
10 mag 2021
Podcast F1: Chinchero analizza il GP di Spagna Prime

Podcast F1: Chinchero analizza il GP di Spagna

Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano nel podcast il Gran Premio di Spagna, quarto appuntamento del Mondiale 2021 di Formula 1. Buon ascolto!

Formula 1
9 mag 2021